fbpx

Fastback secondo Fiat, auto d’impatto e molto interessante

Una Fastback made in Italy, dalla Fiat, non ci avrei mai pensato. A guardarla ricorda per l’andamento di fiancate e padiglione posteriore le più blasonate Mercedes o BMW. Le misure sono più piccole, auto pratica e accessibile, così come il prezzo. Bella, sportiva, comoda, non esagerata. Linea filante e dettagli davvero ben realizzati, peccato che per ora è destinata al Brasile (dove è costruita).

Il posteriore è la parte più riuscita, anche perché è la più originale. Gruppi ottici posteriori affusolati, una parvenza di “coda d’anatra”, un diffusore particolarmente aggressivo e un paraurti comprensivo di scarichi – all’ultima moda. Aggiungendo ottiche a LED e cerchi di grandi dimensioni, si ha il pacchetto completo del SUV moderno, con look sportivi che cercano di imitare i modelli premium di fascia più alta che hanno definito un segmento e un prodotto prima inesistente.

La piattaforma sulla quale nasce non è Stellantis, ma è la precedente MLA che già dà vita a prodotti come la fortunata Fiat Argo, quindi lontana dall’esser studiata per la condivisione dei Brand (ma anche dell’alloggio per le batterie). La meccanica presente sotto il cofano,  dovrebbe prevedere i propulsori  turbo della Fiat, e in particolare il 1.3 nelle versioni da 130 e 185 CV. Per quanto riguarda la commercializzazione in Europa non è del tutto esclusa ma la Fiat sembra per il momento dare priorità a Brasile e Argentina.

Le misure si attestano sui 443 cm di lunghezza, un’ottima Media, con grande spazio per gli occupanti. L’altezza da terra di 19,2 cm, il che favorisce anche l’uso in strade dissestate (dei luoghi in cui è destinata……”ma non hanno presente le buche di Roma“). Il bagagliaio da 600/1.087 litri capiente e dalla forma regolare, con accesso comodo. Tante le dotazioni ADAS per la sicurezza attiva e passiva:  tanta tecnologia come la frenata automatica di emergenza, l’avviso di cambio corsia, l’accensione automatica dei fari, il freno a mano elettronico con funzione di blocco automatico e i fari full LED. Oltre agli elementi di connettività, come un centro multimediale fino a 10,1 pollici con connessione wireless, caricabatterie wireless, è presente il Fiat Connect/Me e un quadro strumenti full digital da 7 pollici. La Fastback rappresenta il secondo SUV di Fiat prodotto in Brasile, dopo la Pulse (ma non consideriamo la Toro e la Strada destinate ad un uso differente). La Fastback è il massimo rappresentante per il riposizionamento del marchio sul Mercato Brasiliano.

Proposta in sei diversi colori (Vulcano Black, Banchisa White, Strato Grey, Bari Silver, Silverstone Gray e Monte Carlo Red).

Si troverà a metà del listino di FIAT, non un modello lussuoso, ma votato anzi alle famiglie che cercano un veicolo con spazi adeguati e buone attitudini alla guida anche su strade dissestate. Questo Fastback dovrà probabilmente essere rivisto a livello di meccanica per superare i diversi standard di sicurezza ed inquinamento, con il necessario inserimento di unità ibride, per poter essere commercializzato in Europa.

Noi lo aspettiamo, è davvero molto attraente e potrebbe dare, finalmente, un’immagine ancora originale alla Fiat prima che scompaia nelle fotocopie Stellantis (Peugeot) a cui sembra essere destinata.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: