C3 Aircross restyling, ci siamo quasi… a Giugno su strada anche in Italia

La C3 Aircross è stata presentata nel 2017. Un restyling era quindi previsto e necessario per mantenere attuale un’auto ancora moderna, simpatica e funzionale.  Il tempo però inesorabilmente impone dei cambiamenti ed evoluzioni. Nel caso della C3, partendo da un ottimo prodotto, si sarebbe dovuto fare  davvero molto poco, ma in Citroen sono lungimiranti ed hanno osato ancora di più.  Andiamo con ordine….

Nel panorama automobilistico odierno, gli sforzi dei designer e degli ingegneri si è rivolto ad un carattere che si avvicina ai Suv, nella configurazione più leggera dei Crossover, anche per modelli di fascia medio-bassa, o per dirla in segmenti, anche in quelle delle grandi utilitarie del segmento B. Un’idea perlopiù estetica, in quanto si tratta di veicoli che hanno semplicemente sostituito le vecchie monovolume – rimaste davvero poche. La C3 Aircross è una via di mezzo.

Su Aircross è stato fatto un grande lavoro. E’ stato modificato il frontale. Via le luci nella parte inferiore dei paraurti, ora rialzate, a Led,  e ad andamento orizzontale. Nella parte inferiore, nuove prese d’aria, con un motivo verticale del paraurti. Richiami ai fuoristrada con il salva-coppa dell’olio,  in stile alluminio, che copre il fondo. Qualcosa con cui  evocare – questo è l’obiettivo – la  maggiore C5 Aircross . Era necessario ora dare alla C3 Aircross un’aria un po ‘più seria, meno “giocattolo”, per ampliare l’utenza, senza perdere nulla del suo lato gioviale . Nuovi i cerchi  da 16 e 17 pollici (finiture diamantata o full black). Nuovi i colori per la carrozzeria: 3 nuove tinte (Kaki Grey, Voltaic Blue e Bianco Banquise), per un totale di 7 diverse tinte. Ci sono poi 4 differenti pack color e 2 tinte per il tetto (bianco o nero), in caso di scelta del bicolor.

Gli interni:

C’è ovviamente l’introduzione di un nuovo schermo multimediale Touch pad da 9 pollici incastonato in maniera più uniforme nella plancia. Spariscono molti pulsanti e tanti comandi sono ora gestibili direttamente attraverso il touchscreen. Ora è più piacevole da usare, con comandi meglio visibili e con un software più intuitivo rispetto al precedente, con una migliore leggibilità grazie all’ingrandimento. Dietro il volante, Citroën ha mantenuto gli strumenti tradizionali, molto leggibili, non scegliendo l’opzione – in voga adesso – di trasformare in uno schermo screen.

La consolle centrale è stata ridisegnata per offrire, indipendentemente dalla trasmissione scelta, due portabicchieri tra i sedili e un secondo vano portaoggetti sotto il bracciolo . Questo può essere chiuso ed è abbastanza capiente, permettendo di sopperire alla mancanza di spazi appositi, criticati  nella  precedente versione.

Per il resto, l’interno della C3 Aircross 2021 rimane lo stesso. Piuttosto accogliente grazie all’ampio spazio per le gambe, la panca posteriore  può anche essere divisa e scorrevole, un trucco molto utile per la possibilità concessa, secondo le esigenze di variare la capienza del bagagliaio, oppure  l’abitabilità posteriore. Il bagagliaio è di 410 litri che può arrivare a  510 litri grazie al divanetto posteriore scorrevole per  15 cm.

La piccola Aircross oggi è molto più confortevole. Cambiano i materiali a bordo: nuovi i rivestimenti, come i sedili Advanced Comfort, la cui specificità risiede in uno spessore della schiuma aumentato di 15 mm. Un dettaglio sulla carta ma che percepiamo subito quando avviene nell’abitacolo.  Nuove le impunture a vista per gli interni in tessuto Metropolitan Graphite di colore grigio melange e gli interni in pelle Hyper Grey bicolore grigio e verde

Inoltre, la consolle centrale è stata ridisegnata per offrire, indipendentemente dalla trasmissione scelta, due portabicchieri tra i sedili e un secondo vano portaoggetti sotto il bracciolo . Può essere chiuso ed è abbastanza capiente, permettendo di sopperire alla mancanza di stoccaggio nelle annate precedenti.

Per il resto, l’interno della C3 Aircross 2021 rimane lo stesso. Piuttosto accogliente grazie ad un soddisfacente spazio per le gambe, la panca può anche essere divisa e scorrevole . Il piccolo SUV delle Chevron non ha il monopolio su questo trucco ma apprezziamo comunque la possibilità di variare a volte la capienza del bagagliaio, a volte l’abitabilità posteriore.

Al momento conosciamo i motori che equipaggeranno il piccolo SUV delle Chevrons: propulsore a benzina 1.2 PureTech nelle versioni da 110 CV con il cambio manuale a sei marce e 130 CV di potenza con il cambio automatico EAT6 a sei rapporti, affiancato dal motore diesel 1.5 BlueHDi nelle declinazioni da 110 CV con il cambio meccanico a sei marce e 120 CV di potenza con cambio automatico EAT6.

Misure: Rimangono invariate con 4,16 m di lunghezza per 1,77 m di larghezza e 1,61 m di altezza.

La C3 Aricross 2021 sarà disponibile nelle concessionarie nella prima metà di giugno

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: