Bere fiumi di birra e diventare soci di un Pub… ecco come

Quante volte avete pensato di avere un locale tutto vostro?! Che con tutto quello consumato al bar avreste avuto una quota di partecipazione… Ora potete! Al Queen Makeda Grand Pub ha avuto inizio dal 13 marzo la prima campagna di Crowfunding, destinata a far crescere i Grand Pub con sedi in Italia e in Europa.

Ma capiamo meglio di cosa si tratta… Ultimamente sentiamo molto la parola “Crowfunding”, ancora con un po’ di difficoltà di pronuncia e di comprensione (in Italia). I proprietari del bellissimo Pub in via San Saba a Roma, sorto dalle ceneri di una famosa discoteca, hanno deciso di ricorrere all’ all’Equity Crowdfunding al fine di aprire una nuova sede , il tutto tramite un portale nazionale.

Ultimamente si è ricorso proprio a questo tipo di operazione anche per il birrificio scozzese BrewDog ed è anche sulla birra artigianale che l’attenzione della proprietà del Queen Makeda si sofferma, con la sua proposta di ben 40 birre artigianali che affianca piatti di cucina asiatica , internazionale e sfizioni snack .

Il format, creato con la società leader di settore Laurenzi Consulting, unisce le spine di birra artigianale a un concetto di pub contemporaneo, dove la cucina è sostanziosa, accogliente, ma rigorosamente internazionale, un lungo viaggio tra Oriente e Occidente rappresentato non solo da un menu da capogiro ma anche dall’affresco che si snoda lungo la parete centrale del locale. L’apertura milanese, già nei progetti sin dal 2015, sarà esattamente speculare al format che ha riscosso tanto successo a Roma.

Ok da dove iniziamo?!

Dal 13 marzo, sul portale di Crowdfunding italiano WeAreStarting è attiva ufficialmente la campagna. Chi investe nella campagna non dà solamente supporto al progetto, ma ne diventa parte integrante e beneficiario. La campagna ha una durata di 4 mesi e un target di raccolta di 200.000 euro: gli investitori diventeranno a tutti gli effetti soci della società che gestisce il Queen Makeda, entrando a far parte non solo della futura realtà milanese, ma anche di quella romana già esistente. L’investimento minimo previsto è di 200 euro, con significativi e divertenti “rewards”, ricompense che premiano gli investitori, tra cui una tessera che permette uno sconto a vita nei locali di Roma e Milano. Per saperne di più, ci si può recare sulla piattaforma direttamente all’indirizzo www.wearestarting.it/offering/queenmakeda.

Un progetto interessante, che permette anche ai più giovani di poter investire in una realtà aziendale consolidata che presta l’attenzione sul mercato italiano, internazionale e affacciarsi sul mondo del lavoro dando voce alle idee nuove con coraggio e curiosità, brindando ai successi… con tanta birra artigianale!

              

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: