Muore in diretta su Facebook: colpito da una pallottola [il VIDEO]

antonio_Perkins

Un nuovo evento che unisce la morte ai social network. Questa volta non si tratta di un suicidio annunciato, ma di una casualità ripresa però da un video in streaming su Facebook, un video quindi che ha  mostrato in diretta sul social network quanto stesse succedendo (di seguito il video, consigliato solo a un pubblico adulto). Questo quanto accaduto a Chicago dove gli ultimi minuti di vita di Antonio Perkins, 28 anni, rimarranno per sempre su un video trasmesso su Facebook Live e visualizzato da quasi 300mila utenti. Una serata come tante, insieme ai propri amici quando ha iniziato a riprendersi con il proprio cellulare.

Si vede il suo volto con alle spalle una casa. Si sentono le voci degli amici, lui che beve un superalcolico da una bottiglia di vetro. Poi riprende per qualche istante gli amici intorno, in mezzo alla strada. Per qualche istante si guarda intorno, c’è silenzio e poi gli spari, diversi e un proiettile colpisce il ragazzo facendolo cader in terra. Una casualità. Stare al momento sbagliato nel posto sbagliato, finito per caso in mezzo al regolamento dei conti tra band criminali. Beve l’ultimo sorso dalla bottiglia  e dopo i colpi che si sentono nel video cade  ferito a morte. Il cellulare cade in terra ma continua la ripresa in streaming, lui lo riprende, immagini incerte intorno prima di ricadere in terra. L’erba che si vede è sporca di sangue, poi tutto buio e solo le urla della gente intorno “Oh My God!” e il pianto di una donna.

Secondo le ricostruzioni della Polizia Perkins non apparteneva a nessuna gang e ora è alla ricerca dei Killer.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: