Muore dopo 5 anni: Simona Tirendi aveva partorito in coma affetta dalla sindrome della mucca pazza

La sua pagina Facebook è ferma a dicembre 2012, con tutte le foto di una famiglia serena. Simona Tirendi non ce l’ha fatta a soli 34 anni e dopo 5 lunghi anni di coma e di lotta è morta giovedì scorso all’ospedale di Cittadella, in provincia di Padova. Nel 2013 era già in coma quando ha partorito il suo secondogenito, al sesto mese di gravidanza. Era stata colpita da encefalopatia, una variante del morbo di Creutzfeldt-Jacob, meglio conosciuto come sindrome della mucca pazza.

In quel tragico dicembre scopre di essere affetta dalla malattia con i primi sintomi che la portano in coma quando era al secondo mese di gravidanza. La malattia progredisce  e per insufficienza placentare viene effettuato un tagli cesareo per mettere al mondo il bambino, Francesco. Il piccolo dopo sei giorni di vita non ce la fa, per insufficienza polmonare  e crisi respiratoria.

L’annuncio del decesso di Simona avvenuto il 7 luglio è stato dato da suo fratello Vincenzo. Su Facebook con un bellissimo messaggio ha detto della scomparsa, parlando del coraggio della sorella e dei cinque lunghi anni di battaglie contro la malattia.

Cosa è la sindrome della mucca pazza (da wikipedia)

L’encefalopatia spongiforme bovina (BSE, ossia Bovine Spongiform Encephalopathy) è una malattia neurologica cronica, degenerativa e irreversibile che colpiva i bovini, causata da un prione, una proteina patogena conosciuta anche come “agente infettivo non convenzionale”.

Il morbo divenne noto all’opinione pubblica come morbo della mucca pazza (in inglese MCD, mad cow disease). La BSE faceva parte di un gruppo di malattie denominate encefalopatie spongiformi trasmissibili (TSE) che colpivano diverse specie animali, compreso l’uomo. Dalla scoperta della malattia, numerose ricerche e prevenzioni sono state svolte accuratamente a partire dall’esordio dell’epidemia, che ha portato all’eradicazione totale della malattia.

La malattia di Creutzfeldt-Jakob (MCJ), originariamente descritta negli anni venti del XX secolo da Hans Gerhard Creutzfeldt ed Alfons Maria Jakob, è una malattia neurodegenerativa rara, che conduce ad una forma di demenza progressiva fatale.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: