Nichelino: licenziata per un commento pubblicato su Facebook

Licenziamento_per_post_su_Facebook

I social network, in particolare Facebook, ogni giorno vengono usati da milioni di persone per comunicare e condividere immagini e foto, ma sempre più spesso sono stati al centro di situazioni tutt’altro che positive, a dimostrazione di quanto un semplice post su una piattaforma social possa avere effetti da non sottovalutare nella vita reale.

E ancora una volta, nei giorni scorsi, si è verificato un caso di licenziamento a causa di un messaggio su Facebook, che non ha mancato di scatenare polemiche.

Il caso si riferisce a Daniela Ciampa, una donna di 38 anni, dipendente della società Euroristorazione, che si occupa della mensa scolastica nel comune di Nichelino. A seguito di un post su Facebook nel quale la donna criticava il servizio offerto dalla mensa scolastica, è arrivata l’iniziale sospensione e il successivo licenziamento da parte dell’azienda.

La donna si è difesa spiegando che si è trattato di un commento scritto da madre di due figli che frequentano la scuola nello stesso comune e fruiscono del servizio di mensa scolastica, e non da dipendente, non essendoci stato alcun riferimento diretto all’azienda per cui lavora. Nonostante ciò il licenziamento è arrivato, e adesso la donna sta pensando di ricorrere al Tribunale del Lavoro.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: