Italiani e seconde case: in molti scelgono l’estero

Se si dispone di una somma importante e si ha voglia di fare un investimento solido e concreto, una delle idee principali che si possano avere è quella di acquistare una seconda abitazione. In questo senso, quello che ci dicono le ultime tendenze è che gli italiani sembrano prediligere l’estero quando comprano una seconda casa: vediamo perché.

Perché gli italiani comprano casa all’estero

Alla base dell’acquisto della seconda abitazione, in generale, c’è la voglia di regalarsi un posto in più da chiamare casa o da utilizzare come appoggio se si vuole andare in vacanza senza spendere troppo, magari mettendola in affitto per brevi periodi quando non la si utilizza. L’attrazione per l’estero è dovuta sicuramente ai vantaggi sotto il profilo legislativo e soprattutto fiscale, ma anche dal fascino che alcuni luoghi meno familiari rispetto a quello che abbiamo in Italia esercitano su chi sta cercando una casa.

D’altronde, ormai, spostarsi da una nazione all’altra è diventato semplice almeno quanto spostarsi all’interno del territorio nazionale, e le distanze si sono accorciate sempre di più. Ciò avviene grazie alla grande disponibilità di voli low cost e di molti altri servizi legati al mondo del turismo che hanno reso i trasferimenti decisamente meno complicati rispetto al passato: è possibile ad esempio trovare la propria casa ideale anche all’estero usando le app presenti negli store online e rivolgersi ad alcune agenzie specializzate nel trasporto di animali domestici da una nazione all’altra. Tutte queste piccole misure hanno contribuito ad accorciare le distanze tra l’Italia e l’estero, e hanno permesso ai nostri connazionali di migrare verso altri lidi, in Europa e non solo, per le proprie residenze estive.

In altri casi, invece, sono le vicissitudini personali che portano a prediligere dei luoghi diversi, più lontani, magari per motivi lavorativi (una meta verso cui spesso si fanno trasferte di lavoro) o di studio (la presenza di un’università che si vuole frequentare). Senza dimenticare poi la classica voglia di ritirarsi in un posto più tranquillo ed estraneo dalla routine che si è portata avanti per tutta la vita dopo che si è andati in pensione.

Le mete selezionate in Europa

Stabilito il perché gli italiani negli ultimi anni presentino una predilezione per l’estero quando si parla di acquistare una seconda casa, resta da capire quali sono le zone preferite in cui compiere questa operazione. La vicinanza geografica ha reso sempre molto affine la Svizzera, specie per quanto riguarda chi ha una prima casa in prossimità del confine.

Regno Unito e Spagna sono in questo momento le mete più gettonate dagli italiani che vogliano comprare un immobile: il primo principalmente perché si tratta di investimenti importanti sul profilo della rendita, specie se si parla di grandi città come Londra, la seconda invece perché presenta prezzi contenuti.

A seguire c’è sicuramente la Grecia, con Mykonos e Santorini a fare la voce grossa grazie alla magia del mare e delle spiagge locali, mentre i tempi più recenti hanno visto un grande aumento di popolarità anche per quanto riguarda il Portogallo, che oltre ad avere cittadine e paesaggi caratteristici e bellissimi offre dei vantaggi importanti sul piano fiscale e su quello del costo della vita, specie quando si vive con l’importo di una pensione.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: