fbpx

Eleganza e informalità… Binomio perfetto !

E se la musica ci dice che “ Tre è il numero magico”, la matematica ci ricorda che 2 è l’unione perfetta, un insieme armonico di due cose, due persone o in questo caso… un binomio di stile ed essenza. Binomio è anche il nome del nuovo locale aperto nel quartiere Trieste a Roma, dove si incontra eleganza, ma informalità, per un concept internazionale e innovativo.

Il locale è adiacente all’ Hotel Mercure in via Gradisca n. 31, ma gode di una sua personalità, pronto ad accogliere sia gli ospiti dell’ hotel che i clienti esterni. Il grande bancone appena entrati dà il benvenuto dalla colazione al dopo cena, con le sue tonalità calde del verde scuro e le comode sedute, un salotto dove poter lavorare o leggere tranquillamente e una ampia sala dove mangiare e godersi il menù con la pizzeria a vista.

L’ uscita sul dehors dona al locale uno spazio accogliente e invitante, come se ci recassimo a casa di amici per goderci una serata in terrazzo tra luci e divani. Le comode sedute in vimini richiamano una eleganza sobria che ben dialoga con l’arredamento da esterno, ampi divani e dondoli per un’atmosfera lounge e un biliardino per rendere le serate anche dinamiche e competitive.

In cucina la chef Marta Costantini, che propone piatti non convenzionali, giocando sul binomio di internazionalità e tradizione italiana. Possiamo iniziare con la Samosa: piatto tipico dell’ India, Medio Oriente, con ripieno di cime di rapa, burrata e hummus di ceci. I Ravioli con acqua e farina richiamano un po’ gli gyoza giapponesi, qui con ripieno di manzo “conciato”, salsa di pomodoro fresco e guanciale croccante, un esplicito richiamo ai sapori della romanità .

Il Tonno scottato è servito con songino, pere caramellate e lardo di mangalitza, per un piatto completo, equilibrato e gustoso.

Per creare un binomio perfetto con la cucina ci doveva essere anche una mano decisa  al bancone della pizza. Davanti al grande forno un volto noto al panorama romano : Lorenzo De Bellis , che vanta collaborazioni con Francesco Apreda al The Pantheon e con Luca Pezzetta per Osteria Birra del Borgo.

La sua  pizza è il risultato di continuo studio e sperimentazione, che fonde perfettamente il binomio di cucina regionale italiana (alta idratazione per l’impasto, lievitazione di 48 h, diversi tipi di farine) ai sapori internazionali, così  troviamo accostamenti come il Carpaccio di Fassona, misticanza, maionese alla senape gel di cachi, oppure il Carpaccio di tonno, bufala, cipolla di Tropea fermentata e menta. Pizze tonde con un leggero bordo e con topping colorati e gustosi, magari da condividere per un aperitivo o come antipasto.

Il concept di Binomio è decisamente azzeccato per dare nuova linfa a un quartiere composto e residenziale come quello di Trieste a Roma e fondamentali per accoglienza e sala, sono anche figure di riferimento come quella di  Mirko Cagnazzo, con esperienza pluriennale nell’hospitality .

Per far conoscere al meglio questa nuova apertura, Binomio parteciperà dall’ 8 al 20 novembre al Trieste Food Fest, evento itinerante della capitale che accoglierà il pubblico con un menù ad hoc per il festival, con prezzi da degustazione.

Un appuntamento conviviale che permetterà ai foodlovers di scoprire nuove realtà come quella di Binomio e piatti interessanti per una esperienza tutta da gustare.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: