EasyJet insieme ad Airbus per realizzare i primi aerei completamente elettrici entro 10 anni

 

Mai come in questo periodo storico la questione ambientale e i cambiamenti climatici rappresentano una priorità per il futuro del nostro pianeta. Ridurre le emissioni inquinanti deve essere considerata una priorità per impedire che la situazione peggiori e questo è stato compreso anche dai principali governi del mondo, spinti da una maggiore attenzione sull’argomento da parte dell’opinione pubblica. Per rendere possibile tutto questo, però, è necessario che anche le principali aziende e multinazionali del mondo decidano di collaborare per limitare i danni.

E tra queste troviamo anche la compagnia aerea EasyJet, che in linea con la strategia avviata già da diversi anni, ha annunciato di aver siglato un accordo con Airbus per la ricerca e lo sviluppo, entro i prossimi 10 anni, di aeromobili ibridi o elettrici, che consentano di ridurre drasticamente le emissioni di anidride carbonica.

Quello siglato da EasyJet con Airbus è infatti un Memorandum of Understanding che vedrà le due società collaborare nella ricerca su aerei elettrici e ibridi, con l’obiettivo di realizzare entro 10 anni una nuova generazione di velivoli che riducano le emissioni inquinanti nell’atmosfera. A questo, inoltre, si aggiunge l’annuncio fatto dalla stessa compagnia aerea che segna una svolta storica. EasyJet sarà la prima compagnia aerea al mondo a ridurre a zero le emissioni di anidride carbonica. Questo obiettivo sarà raggiunto grazie ad un ampio progetto che prevede la compensazione di tutte le emissioni di CO2 prodotte dai voli EasyJet attraverso una serie di iniziative che andranno così a compensare le emissioni inquinanti generate.

Ciò sarà possibile grazie a progetti di rimboschimento, la lotta alla deforestazione, lo sviluppo di fonti di energia rinnovabile, programmi per il supporto alle comunità locali. La compensazione delle emissioni di CO2 continueranno fino a quando la tecnologia non permetterà di dare vita ad aeromobili in grado di ridurre a zero l’impatto ambientale.

Del resto non si tratta della sola iniziativa ideata da EasyJet per combattere l’inquinamento ambientale. Negli ultimi anni la compagnia aerea ha supportato il lavoro della start-up Wright Electric, che lavora al primo aereo dotato di un motore completamente elettrico. Di recente, inoltre, EasyJet ha inserito nella sua flotta di velivoli l’Airbus A320 Neo che riduce il consumo di carburante e le emissioni inquinanti.

Inoltre la compagnia aerea, dal 2000, ha ridotto di oltre un terzo le emissioni di CO2 e promettendo una ulteriore riduzione del 10% entro il 2022. EasyJet è inoltre tra le compagnie aeree che da tempo ha iniziato a ridurre gli sprechi attraverso iniziative utili come la riduzione di plastica monouso.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: