Divorzi: il picco si raggiunge dopo il ritorno dalle vacanze estive e invernali

Divorzi_dopo_le_vacanze

Un periodo di meritata vacanza per staccare la spina e rigenerarsi può essere utile soprattutto per archiviare lo stress dato dal lavoro e dalla routine quotidiana che accompagna la vita di tante persone, ma tutto ha una fine, e può non essere sempre semplice tornare dalle vacanze per riprendere con la vita e gli impegni di sempre, e a pensarla così, a quanto pare, sono anche tutte quelle coppie che, appena tornati dalle vacanze, siano esse estive o invernali, decidono di prendere decisioni importanti, ad esempio mettendo fine a rapporti irrimediabilmente incrinati già da tempo. A rivelarlo è una interessante ricerca condotta negli USA da alcuni sociologi dell’Università di Washington, Julie Brien e Brian Serafini, che hanno deciso di analizzare le richieste di divorzio degli ultimi 15 anni proprio nello stato di Washington, scoprendo come proprio al ritorno delle vacanze estive o invernali si registra sistematicamente un picco nelle richieste di divorzio che dimostrerebbe come il periodo di riposo possa non essere così rilassante, almeno per le coppie.

La ricerca presentata durante l’Americal Sociological Association, ha preso in esame le richieste di divorzio dello stato di Washington dal 2001 al 2015, permettendo ai ricercatori di scoprire che sistematicamente i picchi di richieste sono stati registrati verso marzo e la fine di agosto, i due periodi che generalmente corrispondono al ritorno dalle vacanze invernali ed estive. I dati sono poi stati confrontati con altri stati come Florida, Minnesota, Ohio e Arizona, e anche in questi territori la ricerca ha evidenziato picchi di divorzi negli stessi periodi.

Al contrario, durante i periodi di festa, come le festività natalizie, si registra una drastica riduzione dei divorzi. Il dato piuttosto interessante, è stato spiegato dai due sociologi come la dimostrazione del fatto che molte coppie che stanno già vivendo una profonda crisi nel loro rapporto, si affidano al periodo di vacanza considerandolo a tutti gli effetti come un ultimo tentativo prima di decidere di separarsi in maniera definitiva. Questo spinge quindi le coppie a crearsi delle aspettative sempre crescenti nei confronti delle vacanze, sperando che possano servire a ricucire rapporti ormai danneggiati, complice il tempo da trascorrere insieme alla famiglia. Ma è proprio il ritorno alla vita di tutti i giorni da un periodo di vacanza che invece di rilassare rischia di stressare ancora di più le coppie già in crisi che contribuisce inevitabilmente a far tornare le persone con i piedi per terra, spingendole a prendere la decisione di mettere fine al rapporto di coppia con una separazione.

E se i dati si riferiscono al solo territorio statunitense, non è difficile immaginare che situazioni del genere possano verificarsi anche in Italia, paese in cui il numero di separazioni e divorzi negli ultimi anni è cresciuto in maniera importante, soprattutto in confronto a quanto accadeva solo qualche decennio fa.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: