BMW S1000 XR, una Furia scatenata, ma entusiasmante

images (1)

Abbiamo potuto osservare da vicino la prima volta la Nuova BMW S1000 XR al Motodays di Roma, quest’anno e la prima impressione era stata più che positiva. Una Sportiva di razza nelle forme morbide ed eleganti, con giusto qualche vezzo a voler far emergere l’indole non proprio tranquilla di questa Crossover, di fatto stradale. Esteticamente è forse poco originale rispetto alle classiche BMW, o meglio poco “subito identificabile” pecca in originalità ma conserva linee che puntano al miglior sfruttamento aerodinamico proprio di chi è nato per dare prestazioni ed emozioni. Il frontale – a parte la luce verticale a led – non offre grosse novità, con gli ormai inflazionati doppi fari e il parafango a papera, ma l’insieme di ogni dettaglio, mostra la cura tipica dei mezzi di Monaco di Baviera.

 

La S1000 XR è adatta per muoversi con disinvoltura in qualsiasi condizione d’uso, in città, come su statali o per viaggiare, anche per lunghi tratti, grazie ad ottime sospensioni, la silenziosità e una buona posizione in sella e una buona protezione aerodinamica. Il parabrezza è regolabile su due posizioni, e Il manubrio è molto comodo e i comandi sono ben realizzati. Sullo stesso, ci sono tanti e tali comandi che asservono anche alle definizioni dei comandi del computer di bordo. Sempre in ordine alla soddisfazione e comodità c’è da rilevare – anche per questa moto – l’altezza della sella relativamente bassa 840mm (ulteriormente abbassabile).

Il Cockpit ricalca quello della sorella S e prevede una strumentazione mista – analogico/digitale, con molte informazioni sul display alla destra poco visibili. C’è però tutto – al pari delle autovetture – settaggi, controlli.
Il Motore è un Mille quattro cilindri da ben 166 Cv che si sprigionano con vigore e decisione fino oltre gli 11.000 giri. Una furia da domare. Fortunatamente sono presenti diversi sistemi di supporto e assistenza per ottenere la massima fruibilità nel pieno controllo. Si tratta di sistemi di assistenza alla guida quali: sospensioni a controllo elettronico, il cambio quick shift ( un sistema che non può che agevolare, con la sua velocità, morbidezza le cambiate e la sfruttabilità del motore), i vari ABS e TCS indispensabili più che nelle auto.

Le prestazioni parlano di velocità che sfiorano i 250 Km/h.

L’acceleratore ride by wire permette un range d’utilizzo senza alcun sussulto, e riprese inaspettate da una moto di tale cilindrata. Come se ce ne fosse bisogno, perché non abbastanza potente e cattiva, c’è la possibilità di selezionare (sul menù del display attraverso i pulsanti fisici del manubrio) la mappatura Dynamic che porta la moto ad essere ancora più pronta e rabbiosa con variazioni sia sull’assetto che sulla centralina dell’iniezione. Tecnologia e innovazione si sposano ancora una volta per offrire il meglio in termini di prestazioni e sicurezza attiva.
Non è una moto per chi punta all’economia nella guida, anche perché tali risposte inducono ad approfittare del divertimento che sa e può regalare.
I Freni sono potenti e ben modulabili. Generosi non mostrano mai segni di affaticamento e nel misto permettono sfruttamento millimetrico di angoli di staccata prima di infilarsi in curva. Nelle curve poi la moto va giù alla grande e altrettanto velocemente rialza la testa all’attacco della successiva. Il misto è il suo mondo, ma anche l’autostrada dove l’erogazione pare non finire mai e così anche il divertimento nel guidarla.
Per essere una Mille e per essere una moto marchiata BMW il prezzo non è neppure troppo elevato, salvo poi aggiungerci tutti quegli optional che la casa con l’elica – oltre che con le auto – ci ha abituato a poterci permettere di scegliere, intorno ai € 16.500

images (3)

Scheda Tecnica:
Tipo Motore quattro cilindri in linea

4 valvole per cilindro, 2 alberi a camme in testa

raffreddato ad acqua/olio,
Alesaggio x corsa 80 mm x 49.7 mm
Cilindrata 999 ccm
Potenza 160 CV 11.000 giri/min
Coppia massima 112 Nm at 9.250 giri/min
Rapporto di compressione 12.0 : 1
Alimentazione  Iniezione elettronica

Trasmissione
Frizione Frizione multidisco anti-saltellamento in bagno d’olio, ad azionamento meccanico
Cambio A sei rapporti ad innesti frontali a denti dritti
Trasmissione secondaria Catena 17/45
Telaio A doppia trave in alluminio composito, gruppo motore con funzione portante
Sospensione anteriore Forcella telescopica upside-down Ø 46 mm, stadio di compressione e ritorno regolabili
Sospensione post. Forcellone a doppio braccio oscillante in lega d’alluminio, gruppo molla/ ammortizzatore centrale, sospensione regolabile in estensione
Escursione complessiva / ruota 150 mm / 140 mm
Avancorsa (in assetto normale) 117 mm
Inclinazione (in assetto normale) 64,5°
Ruote Cerchi in lega d’alluminio
Dimensioni cerchio/pneumatico  anteriore 3.50 x 17″- 120/70 ZR17
Dimensioni cerchio/pneumatico  posteriore 6.00 x 17″- 190/55 ZR 17

Impianto Frenante:
Freno anteriore Doppio disco flottante, pinze fisse ad attacco radiale a 4 pistoncini, diametro 320 mm
Freno posteriore Disco singolo, pinza flottante a 2 pistoncini, diametro 265 mm
ABS BMW Motorrad Race-ABS, versione semi-integrale disattivabile

 

Dimensioni / Pesi
Lunghezza 2183 mm
Larghezza (compresi specchi) 940 mm

Passo  1548 mm
Altezza (senza specchi) 1408 mm
Altezza sella con peso a vuoto 840 mm
Peso in ordine di Marcia con benzina  228 kg
Capacità utile del serbatoio 20 l

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: