Qualche tazza di caffè al giorno per ridurre il rischio di disfunzione erettile

Caffè_disfunzione_erettile

Il caffè è un vero e proprio rito quotidiano per milioni di persone nel mondo, e in più occasioni si è parlato dei possibili effetti negativi ma anche dei benefici che possono esserci consumando caffè in quantità moderata.

E’ proprio su quest’ultimo aspetto che si concentra uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università del Texas, che avrebbe trovato nel caffè un rimedio naturale per ridurre in maniera significativa i rischi di disfunzione erettile per l’uomo.

La ricerca ha coinvolto 3724 uomini con età superiore ai 20 anni, ai quali sono stati sottoposti due questionari legati alla vita sessuale e ad eventuali problemi riscontrati durante i rapporti, e al consumo di caffè o bevande contenenti caffeina.

Dai risultati, i ricercatori hanno scoperto che il rischio di disfuzione erettile si riduce del 42% nei soggetti che consumano una quantità tra gli 85 e i 170mg di caffeina (un paio di tazzine di caffè), mentre si riduce del 39% per chi invece ne consuma tra 171 e 303mg al giorno.

La caffeina sarebbe in grado, infatti, di rilassare le arterie, favorendo la circolazione e aumentando, quindi, l’afflusso di sangue al pene.

Lo studio ha evidenziato che mentre i benefici sono stati riscontrati anche in persone con fattori di rischio legati alla circolazione, come ipertensione e obesità, non sono invece stati riscontrati benefici analoghi nelle persone affette da diabete.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: