Renzi e Fontana: il giallo della chat

Mentre prosegue l’allerta coronavirus, balza agli onori delle cronache un singolare scambio di battute tra il leader di Italia Viva, il senatore Matteo Renzi e il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Proprio quest’ultimo negli ultimi giorni ha deciso di sottoporsi ad un auto-isolamento, in seguito alla positività al Covid-19 diagnosticata ad una sua “stretta collaboratrice”. Una decisione certamente drastica, dovuta probabilmente anche all’età del governatore (come si sa, il virus tende ad essere più pericoloso per i pazienti più anziani), annunciata pubblicamente indossando una mascherina.

Il gesto è stato estremamente divisivo, tra chi l’ha considerato una saggia precauzione date le circostanze e chi invece l’ha ritenuto un atto troppo forte, che non può far altro che alimentare ulteriore panico e tensioni. Difficile giudicare.

L’ex-presidente del Consiglio Matteo Renzi ha immediatamente espresso solidarietà al governatore Fontana attraverso il servizio di messaggistica online WhatsApp. Un gesto assolutamente condivisibile, utile soprattutto a stemperare l’aspra tensione tra figure politiche esplosa nei giorni scorsi, circa le modalità di gestione dell’allerta. Infatti, nonostante l’annunciata “piena collaborazione” da parte delle opposizioni e dei membri della coalizione di governo (già visibilmente in bilico nelle settimane passate), non sono mancati battibecco e puntate di piedi, che spesso hanno coinvolto il segretario della Lega Matteo Salvini.

Nulla sarebbe diventato di pubblico dominio se non fosse stato per un dialogo tra Fontana e l’assessore al welfare della Regione Lombardia Gallera, in cui il primo avrebbe detto che il gesto di Renzi sarebbe stato la prova dell’antipatia verso il premier Giuseppe Conte (con cui Fontana ha avuto un duro scontro nei giorni precedenti), origliato da Repubblica.it. Immediatamente sono riaffiorate vecchie ruggini e lo scontro si è riacceso duramente.

Non ha tardato la risposta dell’ex-primo cittadino di Firenze, che ha parlato di “gossip”, accusando i media di averlo fatto circolare minando l’unità d’azione delle forze politiche. Per completare la sua replica, ha pubblicato sulle sue piattaforme social uno screen shot della conversazione avuta con il governatore:

Non sembrano dunque placarsi i disguidi tra i vari personaggi di spicco della vita pubblica  e politica. Proprio di politica sembra nutrirsi questa polemica. Chiunque, Renzi e Fontana per primi, sono perfettamente consapevoli del filo rosso che lega la gestione dell’allerta Covid-19 alla sopravvivenza del Governo Conte II. Allo stesso tempo, i social media non smettono di essere una vera e propria polvere da sparo per contrasti di ogni sorta. L’unità per fronteggiare le criticità del momento sembra essere per ora una ipotesi molto flebile.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: