Diabete: ecco 5 regole da seguire anche in vacanza

Diabete in estate

Queste ultime settimane di agosto sono per molte persone l’ultimo periodo di vacanza prima di tornare alla solita routine quotidiana fatta di studio o lavoro e impegni familiari, ed è proprio in vacanza, complice la voglia di trascorrere del tempo senza pensieri che generalmente si presta meno attenzione alla propria dieta e agli orari dei pasti, ma anche all’orario in cui si va a dormire, fattori questi che possono risultare marginali per la gran parte delle persone, ma che invece sono fondamentali per la salute di chi è affetto da diabete, una malattia che richiede un’attenzione particolare all’alimentazione e allo stile di vita in generale. Non significa, tuttavia, che le persone affette da diabete non possano godersi al meglio le proprie vacanze, ma l’importante è sempre seguire un corretto stile di vita che possa contribuire a tenere sotto controllo la malattia, senza per questo limitare il divertimento durante le vacanze. Ed è proprio per riuscire ad ottenere il meglio dal proprio periodo di riposo che i diabetici dovrebbero tenere sempre a mente 5 regole per godersi al meglio l’estate senza complicazioni.

Ad oggi sono oltre 3.7 milioni le persone affette da diabete solo in Italia, un numero che nell’arco degli ultimi decenni è cresciuto quasi del doppio, senza considerare che potrebbero essere almeno un altro milione le persone che convivono con questa malattia senza saperlo, a causa dell’assenza di sintomi che possano permettere di identificarla. In questo contesto il Professore di Endocrinologia e malattie metaboliche dell’Università di Bari, Francesco Giorgino, ha spiegato che il diabete non deve essere considerato un limite per una buona vacanza, ma per evitare gravi conseguenze è fondamentale che i diabetici seguano alcune semplici regole che consentano di seguire la propria terapia anche durante l’estate, riducendo al minimo i rischi che derivano da questo periodo. Ad esempio è importante evitare problemi come la disidratazione, che soprattutto in estate a causa delle temperature alte possono portare ad una perdita di liquidi che, nei diabetici, può risultare pericolosa anche a causa dei medicinali che contengono già sostanze diuretiche. Il consiglio è quindi di bere anche più di due litri di acqua al giorno evitando bevande che possono contenere zuccheri, ripercuotendosi sul livello di glucosio.

Importante anche in estate è seguire il solito stile alimentare, evitando cibi particolari che potrebbero ripercuotersi sulla glicemia e, soprattutto, ridurre il più possibili le variazioni orarie dei pasti, tenendo sempre in considerazione il tempo che intercorre tra una dose di insulina e l’altra evitando così le conseguenze di una possibile sovrapposizione delle dosi quotidiane. La terza regola prevede, inoltre, di evitare un’attività fisica intensa, preferendo sport moderati che aiutano a ridurre la glicemia mantenendo però un adeguato livello di idratazione e tenendo sempre sotto controllo il livello della glicemia. Attenzione anche alla conservazione dei farmaci. Il caldo dell’estate può alterare i farmaci riducendone gli effetti, ed è quindi consigliabile ricordarsi di conservare i farmaci in frigorifero.

L’ultima regola che i diabetici dovrebbero seguire è quella di evitare di camminare a piedi nudi coprendo sempre i piedi con ciabatte o calzature, anche sulla sabbia, in quanto problemi apparentemente innocui come piccole ferite, leggere ustioni e traumi, a lungo andare potrebbero avere conseguenze più gravi, portando all’insorgere di patologie come il “piede diabetico”.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: