Schumacher: una nuova speranza per un possibile recupero

 

Nel dicembre 2013 è avvenuto il terribile  incidente di sci, che ha quasi ucciso, e in ogni caso cambiato la vita di Michael Schumacher per sempre. Da quel momento nulla è stato più come prima nella vita della famiglia Schumacher e tutto il Mondo ha seguito con ansia il suo destino.

Dopo aver avuto le prime cure in un ospedale in Francia, Michael venne trasferito in una clinica specialistica in Svizzera. E’ stato tenuto in coma per molto tempo per evitare danni maggiori. Le cure si sono protratte per molto tempo,

Stabilizzatosi, seppure ad un livello di gravità elevatissimo, Michael ha potuto far ritorno nella sua casa, nella bellissima villa di famiglia, a Gland per una riabilitazione continua. Uno staff medico si alterna ad un’altro per non lasciarlo mai solo. Un impegno supportato e sopportabile solo grazie alle ingenti somme guadagnate negli anni di gloria. Una maniera per spenderli tragica. Malgrado gli allori e il passato, la moglie Corinna, quale unica amministratrice del Patrimonio, si trova ora a dover disfarsi di molti beni, per continuare a curare il marito. Di tutte le cure si sa pochissimo. Ai medici ed infermiere è stato imposto l’assoluto silenzio. stessa cosa per testate giornalistiche e televisioni. La Famiglia e la portavoce Sabine Kehm su questo sono state irremovibili.

Ora però la rivista tedesca “Bravo” ha fornito nuove informazioni, che se confermate, riaccenderebbero in parte delle speranze. Si parla di un imminente trasferimento in Texas di Schumacher.

La moglie,  Corinna, possiede un  ranch  in Texas dove c’è  anche una clinica specializzata in problemi legati a lesioni celebrali di forte gravità e anche per la riabilitazione. A Dallas si trova il Prof. Mark Weeks, che viene ora indicato come la “nuova Speranza” per Michael Schumacher.

“Abbiamo una vasta esperienza con i pazienti che hanno subito eventi traumatici di grande portata. Non c’è quasi una clinica in tutta Europa che si occupa di tanti casi come noi “, dice Weeks. L’attuale stato di salute di Schumacher è secretato, nessuno sa veramente quali siano le sue condizioni.

Una speranza, in bocca al lupo.


Di questi giorni la notizia che Michael non viene mai dimenticato.  Questo è particolarmente vero per il pilota di Formula 1  Sebastian Vettel che in una recente intervista ha rivelato che Schumi gli manca anche  come mentore. “Michael è una delle poche persone che incontrate nella vita che hanno una risposta per tutto “.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: