Prossimo viaggio Capo Verde? Potete iniziare scoprendo il cibo

Un paese si scopre anche dal cibo. Le tradizioni di alcuni ci portano lontano nel tempo, storie, usanze tipiche e ricordi tramandati, altri invece ci appaiono più semplici, ma sempre interessanti da scoprire.
L’italiano, specie curiosa di natura, si spinse alla scoperta di nuovi continenti carico di aspettative, avventuriero, abile nel commercio, per poi tornare conquistatore e ricco di novità .
Queste caratteristiche ce le siamo un po’ trascinate di generazione in generazione e la voglia di lasciare  la nostra caotica e stressante routine per scappare su un’isola e aprire  un chiosco è il sogno ricorrente di tanti.

tartare de ricciola temperado

Due ragazzi romani lo hanno fatto davvero qualche anno fa. Diretti verso Capo Verde, dove non piove mai e la temperatura è sempre tra i 25 e i 30 gradi. Precisamente arrivano all’ Ilha do Sal (ovvero Isola di Sale proprio per la ricchezza dei suoi depositi) conosciuta dai più sportivi e amanti del kitesurf e windsurf proprio per la caratteristica del vento costante e piacevole. Sabbia bianchissima, sole e sarà per la posizione, al largo della costa occidentale dell’Africa, precisamente nella fascia climatica del Tropico del Cancro, che il no stress e l’andamento slow convince Fabio Massimo Nardella e Marco Di Lallo a rimettere in sesto un chiosco e stabilirsi lì.
Piccoli lavori di ristrutturazione “fai da te” e tanta energia, danno vita pian piano al loro sogno.
Il chiosco si anima, sempre più gente sceglie di mangiare dai due giovani romani che offrono piatti di pesce fresco, frutta e ottima accoglienza. Il giro diventa sempre più numeroso e anche la necessità di trovare un posto più grande. In breve tempo il piccolo chiosco lascia il posto ad un caratteristico e più comodo ristorante vista mare.
Passano i giorni, sole, mare, lavoro con i ritmi dell’isola…, ma sappiamo tutti che poi alla fine il richiamo delle abitudini (soprattutto per giovani imprenditori ) e la voglia di crescere ancora, spingono prorompenti e quindi  i due ragazzi decidono di tornare a casa, ma portandosi dietro non solo il loro bagaglio di esperienza negli anni, ma (quasi) tutta l’isola!
Fabio Massimo e Marco decidono di trapiantare il loro germoglio in un piccolo locale vicino Piazza Bologna, in via Eleonora d’Arborea 22, vietta tranquilla, per dare vita a “O Rei do Marisco”, primo street food capoverdiano, dove i colori pastello spiccano e il pesce è di prima qualità.
Si affidano alla consulenza di un fornitore già vincente su Roma ( con locali come Zuma ) offrendo però un format nuovo, diverso: non solo tartare ma anche gustosi panini, fritture e molto altro .


Tre tipi di pane per ben 9 scelte, tutti con ingredienti selezionati e salse home made. Abbiamo provato il SALMAO MERAVIGLIAO : salmone, stracciatella, chips di patate dolci , sognino e kiwi e il TONNO FOGOSO : tonno, stracciatella, melanzane (messe al forno a 400 gradi), rughetta, semi di melograno e zeste di lime. Naturalmente c’è anche la versione veg con il VEGETARIANO SABROSO: burrata, cicoria ripassata all’agro, insalata e zeste di limone.


Le insalate, per chi vuole rimanere leggero, bilanciano le fritture per i più golosi, che possono scegliere il classico fritto di calamari o gamberi, oppure il FRITO DE PESCATRICE E MARACUJA: bocconcini di rana pescatrice glassata al wasabi (ma non vi aspettate il classico sapore strong, qui è delicato e quasi una saporita mayo glassata), mango e frutto della passione.

frito de pescatrice e maracuja

Piatti colorati e tanta scelta, poi per chi volesse provare c’è la formula “combinação” (proposta combo per due persone) con due panini, frittura e una bottiglia di vino . I vini selezionati sono la maggior parte del Lazio e una ottima selezione di prosecchi, anche a fermentazione naturale, può risolvere il migliore degli aperitivi.
Pochi tavoli colorati, sia interni che esterni per uno spuntino veloce, una cena informale o anche take away, in un simpatico e originale packaging.
Immergersi nell’atmosfera di Capo Verde anche solo per una sera e chissà, organizzando prove generali per il prossimo viaggio… l’ Isola di Sal non è mai stata così vicina!

O Rei Do Marisco
via Eleonora D’Arborea, 22 Roma
tel. +39 331 2821828
Aperto tutti i giorni dalle 18:30 alle 23:00 – Chiuso il lunedì
www.oreidomarisco.it

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: