fbpx

Medaglia d’oro per la cucina italiana – 2022

La cucina italiana è stata premiata come migliore al mondo dall’atlante online della gastronomia, TasteAtlas. Quest’ultimo è un portale in lingua inglese, che contiene al suo interno ricette, prodotti enogastronomici e ristoranti da tutto il mondo. Gli utenti, una volta che li hanno provati, possono recensirli, dando loro un voto da 0 a 5. A dirlo è stata infatti la classifica degli Award 2022 stilata in base ai voti dati dai suoi numerosi utenti. Questi, riguardavano le preferenze assegnate ai piatti, ai prodotti ed alle bevande più famose di tutto il Paese.

L’Italia, con la sua cucina, si è classificata al primo posto con un risultato totale di 4,72. A seguire la Grecia con 4,68 e la Spagna con un punteggio di 4,59. La Francia non l’ha presa molto bene con l’arrivo in classica all’ottavo posto, con un risultato di 4,51.  Tra i piatti italiani premiati per eccellenza troviamo: la pizza, il risotto, le tagliatelle al ragù alla bolognese, la pasta alla carbonara, i ravioli, gli gnocchi e per concludere il tiramisù. La pizza è prima anche tra i prodotti più conosciuti della cucina italiana, per proseguire poi con l’espresso e al terzo posto gli spaghetti, (fonte Taste Atlas Awards 2022).

Proprio la pizza, in questi giorni è stata al centro di un evento unico. Il pizzaiolo Enzo Coccia della pizzeria “La Notizia” di Napoli, ha dovuto infatti effettuare una consegna di 19 pizze (10 margherite e 9 diavole) per la First Lady americana, Jill Biden. Dopo aver fatto scalo, per il suo viaggio di ritorno dal Kenya, all’aeroporto di Capodichino, il pizzaiolo Coccia ha effettuato la consegna delle sue pizze alla base americana.

Ma la cucina italiana, non solo ci è invidiata in tutto il mondo per la sua bontà, ma soprattutto per l’alta qualità, ovvero per il suo mangiar bene. La biodiversità e il clima mediterraneo, fanno sì che sul nostro territorio crescano numerose specie ortofrutticole. Dal sud Italia troviamo la produzione di pomodori, agrumi, mandorle e olive, da cui si ricava l’olio d’oliva, sempre presente sulle nostre tavole. Mentre, dalle valli di alta montagna arrivano salumi e formaggi vaccini di qualità. Gli allevamenti ovini li troviamo nel centro e sud Italia, dove la produzione di pecorini pregiati è arrivata al vertice del suo settore.

Il primo posto, infatti, non è stata proprio una novità per noi italiani. Lo stesso ministro Lollobrigida ha affermato: «Per noi questo primato è una certezza da sempre, ma non può che far piacere l’ennesima conferma di come i nostri piatti tradizionali siano considerati in tutto il Pianeta simbolo di altissima qualità. A livello internazionale il sistema Italia è una garanzia assoluta di eccellenza: questa è la consapevolezza con cui portiamo avanti la nostra azione di promozione del Made in Italy. Continuiamo a difendere e valorizzare questo nostro patrimonio nazionale».

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: