Quando ci si ammala di più? Il lunedì, secondo l’INPS

febbre

Il lunedì si comincia la dieta e il lunedì a quanto pare ci ammala più degli altri giorni. Infatti secondo un’indagine svolta dall’Osservatorio Statistico dell’Inps, un lavoratore su tre si ammala il primo giorno della settimana e così valanghe di certificati medici arrivano in questa giornata sia nel privato che nel settore pubblico. I numeri parlano chiaro e abbiamo più di undici milioni di certificati per il settore privato (11.494.805) e più di sei milioni per la pubblica amministrazione (6.031.362) nel 2014.

Se parliamo di differenze tra pubblico e privato si vede come quest’ultimo ha avuto una diminuzione di certificati del 3,2% , mentre il pubblico ha avuto un aumento pari allo 0,8%.

Il dato non cambia però se parliamo del giorno con più alta frequenza di ammalati, ossia il lunedì con circa il 30% dei certificati da ambo le parti sul totale di quelli ricevuti.

Diminuiscono però rispetto al 2013 i certificati presentati nei primi due mesi dell’anno, rimanendo poi stabili nei mesi successivi. L’aumento viene segnato a Marzo e nella seconda metà dell’anno.

Ma quanto stiamo male? Il 31,7% dei lavoratori privati e 36,2% della P.A. hanno chiesto dai due ai tre giorni, mentre l’89,1% del privato e 81,1% del pubblico viene richiesta fino a 10 giorni.

L’indagine ha poi scoperto che tra le Regioni Italiane, nel settore privato la Lombardia è quella che ha avuto almeno un evento di malattia con più di 800mila lavoratori assenti. Seguono poi il Veneto, l’Emilia Romagna e il Lazio.

Stessa cosa per il settore pubblico: qui Lombardia e Lazio ne fanno da padrone conquistando il primo e il secondo posto.

La distribuzione di certificati di malattia territoriale si è verificata principalmente quindi nel Nord-Ovest della Penisola.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: