Midnight Gospel su Netflix: la nuova serie animata per adulti dal creatore di Adventure Time

Clancy discute con la Morte – da Netflix

Midnight Gospel è una nuova serie animata per adulti uscita su Netflix qualche giorno addietro. I colori sono pop, quasi fluorescenti, i personaggi surreali e le loro conversazioni profonde. Il creatore è Pendleton Ward, lo stesso che ci ha regalato la bellissima serie Adventure Time.

Il Midnight Gospel è una trasmissione creata da Clancy, che viaggia per mondi simulati per intervistarne gli abitanti. Una trasmissione che viene poi mandata online, “nello spazio”. Una specie di canale YouTube del futuro: in fondo, niente di troppo scioccante o originale.

Ad ogni episodio, Clancy sceglie un nuovo mondo da visitare e un avatar, e parte all’avventura come un giornalista d’assalto. Tanti dei mondi che si possono consultare nel simulatore non sono disponibili, perché sono stati distrutti dagli utenti.

La cosa curiosa è che tutte le conversazioni riprese nella serie provengono da un podcast americano che va in onda da anni,  The Duncan Trussell Family Hour. Ad ogni episodio si tratta di persone vere, storie vere, ma attori disegnati e contesti allucinanti.

C’è chi lo paragona ad un trip sotto l’effetto di LSD, dove personaggi fantastici si fondono con tematiche totalmente tangibili e quotidiane, affrontate a mente lucida e distaccata.

Una grandissima armonia esiste tra l’interlocutore e il protagonista. Nel mondo tutto va a rotoli. La violenza sembra la soluzione a qualsiasi cosa, non c’è mai un lieto fine in quello che si vede passare freneticamente davanti ai propri occhi. Le discussioni però continuano, al lor ritmo, senza fretta. Si lasciano in sospeso i discorsi per pochi secondi quando accade qualcosa di impossibile da ignorare, e poi si continua come niente fosse.

Le discussioni continuano scollegate dagli eventi, pacate. Discussioni profonde sulle droghe, la morte, la magia, il perdono e la paura trattate con una leggerezza e una naturalezza straniante.

A volte si, è difficile star dietro a tutto ciò che succede, e una delle due dimensioni viene messa in secondo piano. A volte argomenti controversi e che non andrebbero sottovalutati, come ad esempio la magia o la capacità di perdonare, diventano un brusio che accompagna scenari spettacolari e lotte all’ultimo sangue.

Da Netflix

Questa sensazione svanisce presto però, dopo i primi episodi. Lo stile delirante mi ha conquistata, si viene inizialmente catturati perché tutto è molto diverso dal solito, ma piano piano si arriva a parlare di cose sempre meno generali. Negli ultimi episodi la serie diventa personale ed intima, rivela una delicatezza e un livello di introspezione davvero commoventi.

Se da una parte la sensazione è quella di essere sotto l’effetto di qualche droga, dall’altra apprezzare Midnight Gospel richiede una concentrazione sorprendente. Ed è proprio questo uno degli aspetti che mi ha colpito di più. Nonostante sia una serie apparentemente leggera e spensierata, richiede impegno e una tipologia di ascolto più attiva del solito. Non può essere solamente un sottofondo alla nostra giornata.

Questa serie fa riflettere non solo su temi importanti nelle nostre vite, ma sull’esistenza stessa. Tutti i personaggi aiutano Clancy a smetterla di fuggire dalla vita e dagli eventi. Incoraggiano lui e noi a prendere spazio per i pensieri ed accettare la propria situazione. A fare spazio per sé stessi e per gli altri.

La meditazione, intesa come riflessione e abbandono, sembra la via. Lo scopo non è cercare di essere qualcosa di diverso, ma essere esattamente quello che si è. Perdere ogni speranza. Aprire i nostri cuori alla sofferenza e acquisire un livello di coscienza di sé che ci porta ad accettare dolore e sofferenza come parte della vita, e la morte come maestra.

Aprite la mente, resistete ai primi episodi, e non ve ne pentirete.

“Il buco”: significato e riflessione (Netflix – spoilers)

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: