L’importanza di conoscere l’inglese al giorno d’oggi

L’inglese è la lingua del presente, ma anche del futuro. Nella nostra società non si può non conoscere l’inglese, sia da un punto di vista lavorativo che scolastico. Non a caso è la lingua più studiata al mondo al punto che sono sempre più le persone che cercano di imparare l’inglese velocemente per stare al passo con i tempi. Tanti sono quindi i motivi e le ragioni per cui vale la pena imparare l’inglese.

Innanzitutto è una lingua molto semplice, che, a differenza dell’italiano, non ha tante regole né particolari eccezioni. È la lingua del web (l’80% dei siti internet usa infatti l’inglese) e del turismo (nei viaggi all’estero è l’unica lingua che ci permette di comunicare con gli altri). Inoltre, potrete vedere film e serie tv in lingua originale e comprendere i testi delle canzoni di artisti e band stranieri.

In moltissimi settori l’inglese è sempre più utilizzato: ad esempio i pubblicitari tendono ormai ad utilizzare la lingua inglese per rendere più accattivante il proprio prodotto, nel mondo della musica la maggior parte dei gruppi musicali a prescindere dalla provenienza, canta ormai quasi esclusivamente in lingua inglese ed anche nel mondo cinematografico l’inglese è molto presente; basti pensare che la maggior parte dei titoli di film non vengono tradotti, in quanto è più facile pubblicizzarli con il titolo in lingua originale.

L’importanza dell’inglese nel mondo della scuola

Da un punto di vista scolastico l’importanza dell’apprendimento della lingua inglese da parte dei giovani è ormai nota da anni. In un mercato sempre più globalizzato, è diventato indispensabile sapersi esprimere correttamente e sono molte le aziende che richiedono il “fluent english” come fattore determinante per ottenere il posto di lavoro, che diventa sempre più raro in questo periodo. Nei Paesi stranieri la lingua inglese è conosciuta bene dagli studenti, sia per motivi storici sia per motivi di vicinanza alla lingua del paese di origine.

Anche nel nostro Paese, dunque, diventa fondamentale quindi studiare da soli o privatamente quando la scuola non interviene a colmare questa lacuna. In tutte le città italiane esistono validi percorsi formativi di lingua inglese, che formano i ragazzi e li incoraggiano a studiare questa lingua universale.  Con l’inglese si può cercare e trovare più facilmente lavoro all’ estero o anche in Italia; con dei validi certificati si può accedere ad università prestigiose. Inoltre la piena padronanza della lingua facilita un’apertura maggiore al mondo del lavoro.

L’inglese nel mondo del lavoro

Il fattore di maggiore incidenza dell’inglese è senza dubbio quello del lavoro. Oggi, infatti, è diventato di primaria importanza conoscere bene la lingua inglese per avere un futuro importante dal punto di vista lavorativo. Il livello minimo richiesto nel mondo del lavoro in Italia è generalmente un livello B2 del quadro europeo, mentre se si punta ad un trasferimento all’estero la maggior parte delle volte il livello si alza fino al C1. Essendo il livello scolastico molto basilare e dovendo quindi superare più livelli per raggiungere una buona conoscenza della lingua, è importante ottimizzare i tempi frequentando dei corsi di inglese, meglio se articolati in lezioni individuali.

L’inglese risulta essere la lingua straniera usata nelle aziende internazionali, risultando anche la più redditizia da imparare perché permette di guadagnare di più e di fare carriera più velocemente; la scuola però consente di avere un livello di conoscenza della lingua molto basilare, per questo se non si ha la possibilità di studiare la lingua direttamente a Londra esistono in Italia molti istituti che organizzano percorsi formativi per ogni livello. Inoltre, molte aziende italiane, sono ormai amministrate da figure professionali anche non italiane, per cui è opportuno poter comunicare in modo idoneo e inequivocabile.

Ma non solo, è possibile che l’azienda che potrebbe assumerci abbia una clientela internazionale, è necessario quindi poter negoziare in una lingua facilmente comprensibile da entrambe le parti. 

Secondo alcune statistiche chi conosce l’inglese non solo ha più possibilità di trovare un buon lavoro, ma raggiunge anche gli stipendi più remunerativi, dal 30 al 50% in più di chi non ha queste conoscenze. Saper comunicare in inglese facilita il lavoro di squadra, soprattutto se all’interno del team ci sono elementi di diversa provenienza. Si comprende, quindi, quanto sia importante studiare questa lingua, in modo da non precludersi una serie di possibilità che già, attualmente, sono abbastanza circoscritte.

Conoscere l’inglese per viaggiare

L’inglese è una lingua fondamentale non solo per la sfera lavorativa, ma anche per quella privata. Conoscere l’inglese, infatti, è diventato fondamentale anche per viaggiare, una delle più grandi passioni che accomuna milioni di persone. Essere autonomi nel parlare la lingua e nel comprenderla è essenziale per poter essere più tranquilli quando si affronta un viaggio all’estero o per far fronte ad eventuali imprevisti. Essere sicuri di farsi comprendere e di riuscire, a propria volta, a comprendere quello che il proprio interlocutore dice è fondamentale per vivere in maniera serena tutta l’esperienza di viaggio.

Inoltre, conoscendo l’inglese, si potrà decidere di affrontare dei viaggi da soli (o con chi si vuole) senza dover “obbligatoriamente” scegliere viaggi organizzati (in cui c’è sempre qualcuno che conosce la lingua e che “guida” durante i vari spostamenti): in questo modo, si potranno decidere individualmente gli itinerari e si può anche risparmiare.

Quando si viaggia, c’è la possibilità di stringere delle amicizie o di relazionarsi con dei compagni di viaggio: non sempre questi possono essere italiani ma, sicuramente, una lingua che permette di comunicare agevolmente è l’inglese.

Inoltre anche i menu oppure le brochure di alberghi, locali o le guide turistiche scritte sono (quasi sicuramente) in lingua inglese e, dunque, è importante conoscere questa lingua per poter comprendere quello che si legge. Anche alla reception dell’albergo, non è detto che il personale conosca l’italiano ma è più probabile che si rivolga ai clienti in inglese: è fondamentale capire cosa viene detto, ad esempio, nelle fasi di check in e check out.

Insomma, imparare bene l’inglese è la nostra chiave di ingresso verso un futuro luminoso e di successo, in qualsiasi ambito professionale o personale.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: