India: due bambini muoiono sgozzati dal filo dell’aquilone

India_aquiloni

La stagione estiva anche quest’anno si sta avvicinando sempre di più alla sua naturale conclusione, e mentre mancano ancora poche settimane alla fine di agosto, in molti paesi del mondo sono tante le occasioni, in diverse parti del mondo, che spingono le persone a trascorrere del tempo all’aperto, magari in compagnia della propria famiglia, per partecipare a manifestazioni ed eventi che raccolgono centinaia o migliaia di persone. E’ proprio di questi ultimi giorni, in India, precisamente il 15 agosto, la celebrazione del Giorno dell’Indipendenza, che vede il paese celebrare il giorno in cui venne dichiarata l’indipendenza dalla Gran Bretagna, un giorno di festa che generalmente viene ricordato con tantissimi eventi e manifestazioni che coinvolgono milioni di persone in tutto il paese. Ma sfortunatamente, anche in questi casi, le fatalità e gli incidenti possono nascondersi dietro l’angolo, e arriva proprio dall’India la notizia della tragica morte di due bambini e un ragazzo, a quanto pare involontariamente sgozzati dai fili degli aquiloni che volavano in cielo.

Quella degli aquiloni in un paese come l’India è una tradizione molto antica che ogni anno vede migliaia di persone mettersi alla prova cercando di far volare gli aquiloni, con appositi eventi organizzati persino per i combattimenti tra aquiloni, il cui scopo è quello di far volare il proprio aquilone cercando di tagliare i fili degli altri concorrenti. Per raggiungere questo obiettivo, tuttavia, vengono utilizzati dei particolari e pericolosi fili realizzati spesso in fibra di vetro o metallo, particolarmente taglienti, ed è proprio alla base di queste competizioni che possono verificarsi veri e propri incidenti mortali.

E’ quanto accaduto proprio durante il giorno dell’indipendenza in India, Saanchi Goyal ed Harry, due bambini di 3 e 4 anni, stavano tranquillamente trascorrendo la giornata godendosi il volo degli aquiloni con gli occhi al cielo, tenendo la testa fuori dall’auto, fino a quando dei fili in fibra di vetro utilizzati per alcuni aquiloni hanno colpito i due bambini, arrivando addirittura a sgozzarli, uccidendoli in pochi tragici attimi. Lo stesso destino è toccato ad un ragazzo di 22 anni, morto nello stesso modo mentre era a bordo della sua motocicletta. In seguito a questi incidenti avvenuti a Nuova Delhi, il governo ha deciso di prendere provvedimenti vietando la produzione e la vendita di fili per aquiloni in nylon, materiale plastico, fibra di vetro o metallo per evitare che si verifichino nuovi incidenti. Il governo ha inoltre promesso che organizzerà una serie di campagne di sensibilizzazione che avranno lo scopo di insegnare alle persone i pericoli di usare questo genere di fili. Chi deciderà di non attenersi alle leggi, rischierà multe fino a 100.000 rupie e fino a 5 anni di carcere.

Non è, infatti, la prima volta che fatti del genere si verificano in India. Sono state diverse, in passato, le persone di tutte le età ferite o addirittura uccise dai fili degli aquiloni, che nel paese vengono chiamati “manja”, proprio a causa della scelta di usare dei fili molto resistenti per partecipare a gare e manifestazioni.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: