Estate 2018: record di 219 milioni di presenze quest’anno, secondo Confesercenti

Ci siamo. La stagione più attesa dell’anno è arrivata e con l’estate sono milioni le persone da tutto il mondo che hanno già deciso dove trascorrere un periodo di relax per staccare dal lavoro e dagli impegni quotidiani. L’estate è un periodo molto atteso da chi attende di partire per una meritata vacanza, ma al tempo stesso è la stagione più importante per tutti quei lavoratori e aziende che vivono di turismo, soprattutto in un paese come l’Italia dove questo settore continua ad essere fondamentale per lo sviluppo dell’economia.

Ed è proprio il turismo nel nostro paese che, in questi ultimi anni, sta conoscendo risultati positivi e in netta crescita rispetto al passato, attirando sempre più visitatori anche dall’estero che scelgono l’Italia come meta delle proprie vacanze estive. L’estate 2018 non sarà da meno, almeno stando ai dati confermati da Federalberghi e da Confesercenti, che si attende un nuovo record di presenze rispetto al 2017, proseguendo un trend positivo che mette in evidenza risultati promettenti.

Il primo dato rilevante è quello fornito da Federalberghi, che prevede 260 milioni di pernottamenti nel periodo tra giugno e settembre, che rappresentano il 60% del totale annuo, con più della metà provenienti dall’estero. A tal proposito il maggior numero di turisti arriveranno dalla Germania (6.5 milioni). Seguono USA e Francia rispettivamente con 2.3 milioni, Regno Unito con 1.9 milioni e Paesi Bassi con 1.5 milioni di turisti, ma non mancheranno anche turisti da altri paesi tra cui Spagna, Cina e Belgio.

Altro dato positivo è quello evidenziato dall’indagine condotta dal Centro Studi Turistici per Confesercenti, che ha coinvolto 2297 strutture ricettive che hanno contribuito fornendo i dati già acquisiti e le previsioni per i prossimi mesi. Il dato importante, in questo caso, conferma 218.9 milioni di presente nell’estate 2018. in aumento di 4.5 milioni rispetto al 2017. In questo caso la richiesta maggiore sarà interna con 116.7 milioni (53.3%) di italiani che sceglieranno altre regioni del nostro paese per le proprie vacanze. A guidare questo dato saranno le persone provenienti dalla Lombardia, circa 6.6 milioni, seguiti da turisti del Veneto, Lazio, Emilia-Romagna, Piemonte e Campania.

Come prevedibile, le mete preferite saranno quelle balneari, le città d’arte e i borghi. Il mare ma anche l’enogastronomia giocano un ruolo fondamentale nella promozione turistica del nostro paese, e al tempo stesso la digitalizzazione dei servizi contribuisce ad avvicinare un maggior bacino di visitatori.

A conferma dell’importanza del turismo in Italia un dato su tutti. Si tratta di un settore che ogni anno spinge le aziende ad occupare 1.2 milioni di lavoratori. Tra questi mezzo milione sono assunti con contratti a tempo determinato.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: