Come vivere un LARP e tutta la magia del gioco di ruolo dal vivo


Immaginate di avere l’opportunità di fare una esperienza esaltante, adrenalinica e allo stesso tempo divertente; e che, presi dall’entusiasmo al vostro ritorno (raccontando a parenti e amici quanto vissuto) non trovaste assolutamente soddisfazione nelle loro reazioni.
Ecco! Questo è quello che ho provato al ritorno da Magicampus; un lungo susseguirsi di giorni un pò spaesati tra il continuo cercare la bacchetta alla cintura e il tentare di spiegare ai “Babbani” cosa significa vivere nella magia. Ma il LARP se non lo vivi non puoi capirlo, e solo chi ha fatto la tua stessa esperienza può comprenderti senza ritenerti pazzo.

Innanzitutto COS’E’ UN LARP?

Larp è l’acronimo di Live Action Role Playing ovvero un gioco di ruolo dal vivo. Ma perché un gioco dovrebbe essere così tanto coinvolgente? I Giochi di Ruolo esistono praticamente da sempre, sicuramente i più grandi Maestri di questa forma di gioco sono i bambini con i loro “facciamo finta” per chiunque voglia approfondire l’argomento aggiungo il link di Wikipedia.

In soldoni attraverso il gioco, vestendo i panni di qualcun altro, si ha la possibilità di lasciar andare alcune personali resistenze, e di tirar fuori alcuni lati del carattere che alle volte tendiamo a lasciare sopiti.
Quando un gioco di ruolo si trasforma in un gioco di ruolo dal vivo, questa immedesimazione diventa totale.Ti viene fornita una identità con un nuovo nome e delle nuove caratteristiche che dovrai rispettare per l’intera durata del live (in questo caso 4 giorni); vesti letteralmente dei panni che normalmente non ti appartengono (basti pensare alla divisa della scuola simile a quella di Hogwarts o al malsano attaccamento che ti viene nei confronti della bacchetta che finisce realmente per divenire il prolungamento del tuo braccio).

Ma andiamo con ordine: qualche mese fa il mio geniale amico di vecchia data Umberto Francia  (creatore di Eryados) mi propone di entrare nell’organizzazione di Magicampus come responsabile dei bambini.
Magicampus è ispirato alle opere della Rowling su “Harry Potter” e da grande fan del piccolo maghetto occhialuto quale sono , ho subito accettato con grande entusiasmo.
Ora che il live è finito posso confessare che per mesi, durante le riunioni, non capivo di cosa si stesse parlando.
Percepivo l’entusiasmo e la fatica da parte dei membri dello staff nel cercare di creare un evento che piacesse a tutti; ma non riuscivo a capire nel dettaglio cosa stesse accadendo nelle trame di gioco.
Lo Staff (una meravigliosa fucina di menti brillanti e luminose) si preoccupava non solo di scrivere le trame (Personali e di gruppo) ma di non lasciare niente al caso e di curare ogni singolo dettaglio.
Magicampus è un evento che si rivolge a persone di ogni età dagli 11 anni in su.Avete presente quando sui giochi da tavola c’è scritto dai 6 anni in su ma in realtà se ne hai più di 10 già lo trovi noioso?Ecco Magicampus NON è cosi!E’ realmente dagli 11 in su e questo vuol dire che qualunque sia la tua età avrai una trama di gioco adatta a te e anche lo scopo ti sarà cucito addosso.

In un’epoca come questa in cui i nostri figli passano la maggior parte del tempo nella solitudine delle loro camere con amici telematici a giocare in ambienti e con alter ego virtuali , Sono fiera ed orgogliosa di essere entrata in questa famiglia fatta di persone che vestendo una maschera sanno essere completamente
genuine e vere; persone pronte a lottare per te e a proteggerti (anche se in gioco) penso che questa sia la più vera e inestimabile fonte di magia.

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: