Segnale Wi-Fi ovunque in casa grazie TP-Link Range Extender

TP1

Non so quanti di voi hanno lo stesso problema che avevo io. In casa con l’avvento del Wi-Fi tutte le connessioni sono diventate veloci e comode. Smartphone, PC, TV. Tutti connessi anche contemporaneamente. Tutto funziona egregiamente, ma solo nella stanza dove si trova il Router e in quella attigua. Pur avendo provato a comprare un Router di classe superiore, che prometteva l’attraversamento di muri e che arrivasse a distanze elevate ciò non bastava quando capitava che dovessi lavorare in camera da letto o  guardarmi un film in streaming, non c’era il segnale. “C’è poi il fattore Bagnodeterminante! Un tempo la toilette veniva soprannominata Biblioteca, perché in quel luogo si accumulavano  riviste e giornali. Oggi il bagno è il regno di smartphone e tablet, ma non arrivava proprio il wi-fi. Quale poteva essere la soluzione? Spostare il Router? Ma ciò poteva incidere negativamente sul funzionamento di internet sul luogo deputato al lavoro quotidiano. La scelta è ricaduta su questo apparecchio che nelle promesse amplifica e ritrasmette il segnale.

Ora vediamo come è andata la nostra prova

TP-Link : TL_WA850RE  300Mbps Universal Wi-Fi Range Extender

Estendere il raggio d’azione del wi-fi è stato per me molto semplice. Per prima cosa mi sono scaricato le istruzioni in italiano, visto che nella confezioni non erano previste nella nostra lingua

ISTRUZIONI

Innanzi tutto parliamo dei Led presenti sul Range Extender: nel cerchietto, che poi è un tasto di reset e ricerca linea, ci sono tanti led che ne determinano la circonferenza: quando ce ne è uno solo acceso, ed è lampeggiante (RE) vuol dire che è regolarmente funzionante e si sta connettendo alla rete. Quando fisso vuol dire che è collegato. Con due led accesi e questo lampeggia (led Wirless), vuol dire che è abilitata la  connessione al router wi-fi. C’è poi il led relativo all’Ethernet che è acceso solo quando non c’è il wi-fi. e c’è un collegamento fisico con il cavo alla rete.Gli ultimi led misurano quanta copertura il Range Extender riesce a ritrasmettere, quindi più ce ne sono maggiore è la portata.

Io  ho scoperto di avere un Router che aveva una funzione WPS, (molto interessante)e serve a stabilire in modo semplice e rapido, una connessione sicura crittografata (WPA). Il funzionamento è semplice: bisogna dapprima premere il pulsante per qualche secondo fino a quando il led non inizierà a lampeggiare, dopodichè basterà eseguire lo stesso procedimento per l’altro apparato che si vuole accoppiare (entro 2 minuti). A procedura completata, il led si spegnerà automaticamente. Il nostro Range Extender è attivo.

Questo procedimento però va fatto utilizzando una presa elettrica che si trovi vicino al Router/Modem, così è facile che i due apparecchi “si trovino e stabiliscano un rapporto”.

Quando però tale tasto non c’è proprio, il procedimento diventa un po’ più macchinoso, ma nulla di improponibile. (mi auguro comunque che presto il WPS sia presente su tutti i modem).

2015-12-11 17.26.07

In questo caso bisogna collegarsi alla rete provvisoria generata dall’extender  l’indirizzo http://tplinkextender.net 

Si aprirà una finestra dove mettendo Admin e Admin come credenziali predefinite e password si entrerà nel setup vero e proprio. A questo punto, una volta indicati dati di routine, bisognerà scegliere la Rete Wi-Fi presente di appartenenza ed inserire la relativa password. Senza eccedere in personalizzazioni chiudere la procedura digitando su finish.

Il Router risulterà agganciato all’Extender….e lo vedrete dai LED accesi.

Devo dire che io sono stato molto agevolato dal pulsante sopra-menzionato WPS, però provando a fare la configurazione con questa procedura non è stato affatto difficile.

Le prove che ho eseguito successivamente sono state quelle – ovviamente – di copertura rete con i miei dispositivi mobili. Devo dire che ne sono rimasto favorevolmente colpito. Tutto ha adesso una copertura altissima. Praticamente i miei muri di inizio secolo scorso non possono più nulla a questo sistema. E menomale. Però devo dire, 27 Euro spesi in maniera utile.

Certo rimane l’incognita delle radiazioni, ma quelle ormai stanno ovunque. Nel mio appartamento sono presenti – cercando la rete – ben 6 router e quindi siamo circondati.

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: