Audi S3, ordinabile la nuova sportiva compatta nelle versioni Sportback e Sedan

La Casa dei quattro anelli ha presentato da poco  la nuova generazione delle berline S3 Sportback S3 Sedan. Da pochi giorni queste vetture sono commercializzate anche in Italia.  Le vetture tracciano un netto taglio col passato e proprio tagliente è la nuova linea che le contraddistingue. Le morbidezze di un tempo sono ora tratti netti e la dinamicità del design trasmette anche e forte tanta sportività. Tutto ciò è altresì confermato dal propulsore il 2.0 TFSI che eroga ben 310 CV e 400 Nm di coppia, consentendo a entrambe le vetture di scattare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi. La dotazione tecnica di serie include il cambio a doppia frizione S tronic a 7 rapporti, la trazione integrale quattro e l’assetto sportivo. A richiesta, sono disponibili gli ammortizzatori regolabili.

Le nuove S3 sono riconoscibili sin dal primo sguardo. Al frontale spiccano l’ampio single frame esagonale con griglia a nido d’ape, le generose prese d’aria squadrate e le calotte dei retrovisori laterali in look alluminio. Le fiancate marcatamente svasate, dall’andamento concavo, riprendono gli elementi stilistici caratteristici della quarta generazione delle A3. I proiettori a LED Matrix con gruppi ottici posteriori a LED, di serie per le versioni sport attitude, integrano le luci diurne a elevata digitalizzazione: un’innovativa matrice luminosa, composta da 15 diodi, genera un motivo specifico a doppia banda verticale. L’estrattore e i quattro terminali di scarico a sezione ovale contraddistinguono la zona posteriore.

2.0 TFSI: 4 cilindri turbo a iniezione diretta della benzina

Il propulsore 2.0 TFSI eroga 310 CV e 400 Nm di coppia. Il sistema Audi valvelift system (AVS) regola la quantità d’aria aspirata differenziando i tempi di apertura e la corsa delle valvole in funzione del carico e del regime motore, garantendo un preciso riempimento delle camere di combustione. Sia la Sportback che la Sedan scattano da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi raggiungendo una velocità massima di 250 km/h (autolimitata). Mediante il sistema di controllo della dinamica di marcia Audi drive select, di serie, il guidatore può influire sul sound del quattro cilindri turbo benzina.

Il 2.0 TFSI appannaggio di nuove S3 Sportback e S3 Sedan lavora in abbinamento alla trasmissione a doppia frizione S tronic a sette rapporti e alla trazione integrale quattro che ha nella frizione elettroidraulica a lamelle il proprio “cuore”. Frizione che viene gestita da un software dedicato e porta in dote stabilità e grip a fronte della massima efficienza.

Trazione quattro: ripartizione totalmente variabile della coppia

La frizione a lamelle è posizionata in corrispondenza della parte terminale dell’albero di trasmissione, a monte del differenziale posteriore. Una collocazione che favorisce il bilanciamento dei pesi tra avantreno e retrotreno. All’interno è presente un pacchetto di dischi in bagno d’olio. Qualora sia necessario l’intervento della trazione integrale, i dischi vengono sottoposti – mediante l’azione di una pompa elettroidraulica – a una pressione che, generando una frizione, mette in comunicazione l’albero di trasmissione principale con l’albero secondario collegato al differenziale posteriore.

La Casa dei quattro anelli ha sviluppato la gestione elettronica della ripartizione della coppia tra gli assali in modo specifico per nuova S3 e l’ha integrata nel controllo della dinamica di marcia Audi drive select. Il sistema rileva il comportamento della vettura e lo stile di guida, adeguando in tempo reale la distribuzione della spinta – totalmente variabile – tra avantreno e retrotreno. In condizioni ordinarie, la trazione si concentra sulle ruote anteriori. In fase di partenza o in presenza di fondi a ridotta aderenza, la frizione interviene in una frazione di secondo: la pompa elettrica a pistoni sviluppa sino a 44 bar di pressione idraulica sul pacchetto dischi. La coppia trasferita al retrotreno risulta così proporzionale alla pressione esercitata sui dischi frizione, sino a un massimo del 100%. La ripartizione della spinta avviene anche in inserimento di curva, adottando uno stile di guida marcatamente sportivo.

Sospensioni sportive di serie: assetto ribassato di 15 mm

Le nuove berlinette si avvalgono del retrotreno multilink a quattro bracci e dello sterzo progressivo (di serie) a demoltiplicazione e servoassistenza variabili. L’assetto sportivo S è ribassato di 15 mm rispetto ad A3 Sportback e  A3 Sedan. A richiesta, sono disponibili gli ammortizzatori elettroidraulici regolabili. L’impianto frenante a servoassistenza elettrica, forte di quattro dischi autoventilanti, garantisce una risposta eccezionalmente pronta alle pressioni del pedale. Le pinze freno di serie sono nere, a richiesta di colore rosso. Di serie cerchi in lega da 18 pollici (da 19 pollici per le versioni sport attitude).

Interni: L’abitabilità superiore rispetto alla precedente generazione. Con una lunghezza di, rispettivamente, 4,34 e 4,50 metri, risultano più lunghe di 3 e 4 centimetri, mentre la larghezza cresce, in entrambi i casi, di 3 centimetri. Identici l’altezza (1,43 metri) e l’interasse (2,64 metri). Analogamente alla quarta serie delle A3, i passeggeri godono di maggiore spazio all’altezza dei gomiti e delle spalle. Il vano di carico della variante Sportback ha una capacità compresa tra 325 e 1.145 litri.

 

La sportività di S3 Sportback e S3 Sedan è confermata in abitacolo. All’innovativo selettore del cambio S tronic – la tradizionale leva appannaggio della precedente generazione,  viene ora sostituita da un moderno joystick con tecnologia shift-by-wire – si affiancano gli inserti in alluminio o, a richiesta, in carbonio e le nuove maniglie apriporta il cui design richiama i proiettori anteriori. La plancia è orientata al guidatore, mentre le bocchette d’aerazione costituiscono la naturale prosecuzione della palpebra della strumentazione: una novità introdotta dalla quarta serie della A3 Sportback.

La strumentazione  è  interamente digitale:  previsto l’Audi virtual cockpit da 12,3″ nella configurazione plus, con risoluzione di 1.920 x 720 pixel, che consente di optare per differenti layout, tra i quali una grafica spiccatamente sportiva. Il pacchetto luci d’ambiente, di serie per le versioni sport attitude, realizza accattivanti effetti luminosi che sottolineano il design degli interni. I sedili anteriori sportivi con poggiatesta integrati sono inclusi nel primo equipaggiamento, parzialmente rivestiti con materiali ottenuti dal riciclo delle bottiglie in PET e caratterizzati dalle cuciture a contrasto e dal logo S agli schienali.

Look Black Panel per plancia e consolle. Al centro di quest’ultima spicca lo schermo touch da 10,1″ dal feeling acustico che consente di gestire la selezione dei media, la navigazione e l’ampia gamma di servizi Audi connect. Il riconoscimento delle immissioni è a testo libero: i risultati vengono forniti in tempi estremamente ridotti e il sistema rileva, oltre al corsivo e alle parole intere, le singole lettere in sovrascrizione. Senza allontanare le mani dal volante, il conducente può sfruttare le funzioni del sistema MMI mediante il comando vocale in grado di riconoscere le espressioni di uso comune, identiche alle formulazioni del linguaggio quotidiano. Tra le dotazioni a richiesta spicca l’head-up display, che proietta – a colori – le principali informazioni sul parabrezza.

Hi-tech a bordo: piattaforma MIB 3, machine learning e servizi Audi connect

Il sistema MMI si avvale di una nuova main unit. La piattaforma modulare d’infotainment

di terza generazione MIB 3 è caratterizzata da una potenza di calcolo dieci volte superiore al sistema MIB 2 appannaggio del precedente modello e interagisce con la Communication Box, fisicamente separata, che oltre a raggruppare tutte le funzioni relative alla connettività, ad esempio la telefonia o i servizi Audi connect con velocità LTE Advanced, integra anche l’hotspot WLAN. Sei diversi profili utente consentono di organizzare e salvare le impostazioni personalizzate spaziando dalla posizione del sedile alla climatizzazione, dalle destinazioni di navigazione più frequenti ai media preferiti.

L’App myAudi, chiave d’accesso all’ecosistema digitale del Marchio, collega senza soluzione di continuità lo smartphone del Cliente alle vetture, mentre l’Audi smartphone interface, di serie, trasferisce l’ambiente Apple Car Play o Android auto sul display dell’auto e l’Audi phone box accoppia il telefono del Cliente all’antenna del veicolo e lo ricarica per induzione. La chiave Audi connect permette di sbloccare/bloccare la vettura e avviare il propulsore da remoto mediante un device Android. Il Bang & Olufsen 3D Premium Sound System con suono tridimensionale virtuale nella zona anteriore, a richiesta, regala un’esperienza acustica eccezionalmente coinvolgente complici i 15 altoparlanti e la potenza complessiva di 680 Watt.

 

Sistemi di assistenza alla guida: comfort e sicurezza: ADAS

Le nuove S3 possono contare su numerosi sistemi di assistenza al conducente. L’Audi pre sense front, l’assistente agli ostacoli (collision avoid assist) con assistente alla svolta e l’ausilio al mantenimento della corsia sono di serie. A richiesta, sono disponibili ulteriori tecnologie quali l’assistenza al cambio di corsia, l’avviso di uscita e l’adaptive cruise assist. Quest’ultimo supporta il conducente regolando automaticamente la distanza dal veicolo che precede e contribuendo, mediante lievi interventi allo sterzo, a mantenere la direzionalità all’interno della corsia. Nel traffico stop-and-go, il sistema frena sino al completo arresto: le vetture vengono riavviate automaticamente agendo sull’acceleratore.

Le Audi S3 Sportback e S3 Sedan, sono disponibili nelle varianti standard e sport attitude.

Al lancio, sarà disponibile l’esclusivo pacchetto edition one in abbinamento alle tinte giallo pitone, riservata alla  Sportback, e rosso tango, dedicata alla Sedan. Il look delle vetture è reso ancora più aggressivo dal pack esterno nero lucido con loghi Audi neri, dagli scarichi dalla finitura total black, dalle decal con i quattro anelli alla base delle portiere posteriori, dai cerchi in lega da 19 pollici, dai rivestimenti dei sedili sportivi in pelle Nappa (dedicati alla Sportback) e, nel caso della Sedan, dalle calotte dei retrovisori esterni in carbonio.

Consumi ed emissioni dei modelli citati*

S3 Sportback — 8,1/8,2 litri/100 km – 184/187 g/km di CO2 – 169/170 g/km di CO2 (ciclo NEDC)

S3 Sedan — 7,9/8,0 litri/100 km – 178/182 g/km di CO2 – 165/166 g/km di CO2 (ciclo NEDC)

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: