Aprilia Tuareg 660 mid-size dalle grandi performance

Dopo aver ridefinito la propria gamma stradale di media cilindrata, Aprilia si è  apprestata a lanciare un nuovo modello – non esasperato – ma dalle doti davvero interessanti. A Gennaio avevamo parlato della nuova Tuono 660 roadster, seguita a Giugno dalla sportiva Aprilia RS 660. A questo punto, partendo dalla medesima unità propulsiva, la Casa di Noale ha portato al debutto  una novità tanto accattivante quanto inaspettata: l’Aprilia Tuareg 660 . Un percorso innovativo, dallo stile originale ma al contempo noto, di sicuro successo tra gli appassionati di questo tipo di mezzi e perfettamente al passo con i tempi.

Medie dimensioni, studiato ed ideato per la massima “libertà”. Una moto da fuoristrada, che grazie alla leggerezza e alla grande maneggevolezza affronta con disinvoltura ogni terreno, e una moto per il tempo libero che può affrontare viaggi anche impegnativi. Moto da città adatta ad ogni circostanza.

 

“Nascere con il nome Tuareg significa puntare al massimo per accendere l’istinto umano alla scoperta, accettando ogni sfida: semplice e quotidiana ma ancor meglio se avventurosa e audace, com’è inciso nel DNA Aprilia”.

 

La Tuareg seduce con le sue prestazioni molto interessanti e con la dotazione molto completa per la categoria. Lo stile e l’architettura sono molto evolute. Il telaio vanta una grande adattabilità all’uso. Nato secondo delle specifiche ben precise, per differenti utilizzi. Chiamarsi Tuareg 660 significa mettere la più avanzata tecnologia disponibile al servizio dello stesso impulso inarrestabile. Prestazioni del motore e funzionalità tecnologiche che non si misurano solo in cifre, ma nelle infinite potenzialità di guida messe a tua disposizione: partendo dall’asfalto di tutti i giorni fino ad arrivare all’off road più impegnativo.

 

L’Aprilia Tuareg 660, anche graficamente  evoca molte moto che l’anno preceduta (dalla Yamaha Ténéré, alla Honda Africa Twin) . Ma al di là del suo posizionamento e dei suoi colori, il suo design, sa essere al contempo  elegante, ma anche spigoloso, come oggi la moda richiede. Ciò da un lato, spinge verso una interpretazione ancora più viva della sua propensione all’avventura. Pur completando la gamma 660, la nuova Tuareg (negli anni ’80 ce n’era una!) è dotata di una parte ciclistica adattata, con telaio in tubolare d’acciaio e corsa di 240 mm per la forcella da 43. mm e l’ammortizzatore progressivo . I cerchi da 21 e 19 pollici e l’altezza della sella da 240 mm. Il Motore è un bicilindrico in linea da 659 cc che sviluppa 80 cavalli a 9.000 giri/min e 70 Nm di coppia a 6.500 giri/min. Il tutto per un peso a secco di 187 chili.

La suite tecnologica integra ABS scollegabili, cruise control, controllo di trazione, oltre a modalità e settaggi motore, tutti regolabili da 5- schermo TFT da pollici.

https://www.youtube.com/watch?v=JnoTLgBrbTE

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: