Tre ricette di mare e vini da …cheers!


Si dice estate e si pensa subito alla brezza marina, i tramonti, le vacanze…ma anche alla tavola colorata, al vino fresco e al profumo del pescato. Lo chef Marino Marchi del ristorante Il Veliero (Marina di Scarlino) di ci ha regalato tre fantastiche ricette per colorare la nostra tavola, oppure da portare anche in un originale cestino da pic nic…magari in barca!
Panzanella di mare
Dosi per 4 persone:
1 chilo di pane toscano raffermo,
1 cipollina novella,
8 pomodori ciliegini,
½ sedano, 2 carote basilico (q.b.),
4 calamari, 8 gamberi sgusciati
Ammorbidite il pane in acqua fredda e aceto bianco per circa 1/2 ora,nel frattempo pulite e lavate I gamberi ed I calamari, lessateli per circa 5 minuti in acqua e sale.Tagliate il tutto grossolanamente, togliete il pane dall’acqua spremendolo delicatamente tra le mani.
Mettete in una terrina il pane, i gamberi, i calamari, la cipollina e basilico tagliati a julienne, i pomodori tagliati a spicchi ed il sedano e le carote a fettine sottili.
Aggiungete un po’di pepe appena macinato oppure del peperoncino fresco tagliato a pezzetti piccoli.
Condite facendo una vinaigrette con l’olio EVO aceto balsamico e sale al momento di servire la panzanella.
Vino in abbinamento: Dogajolo Bianco una combinazione perfetta tra Chardonnay, Grechetto e Sauvignon Blanc. Un vino giallo paglierino dai riflessi verdognoli, piacevolmente fruttato, che pur essendo secco mantiene un finale vellutato e carezzevole.

Pici al polpo.
Dosi per 4 persone:
400 gr di pici
1000 gr. di polpo di scoglio
500 gr. di pomodori ciliegini
100 gr. di olive di Gaeta denocciolate
20 gr. di capperi salati
Aglio, scalogno, vino bianco, prezzemolo, basilico
sale, pepe, peperoncino, olio EVO
Mettete nella padella olio di oliva, peperoncino, un trito di scalogno e aglio, le olive, i capperi, basilico, prezzemolo e fate soffriggere il tutto.
Prendete il polpo precedentemente deviscerato e lavato molto bene anche dentro le ventose e tagliate a pezzetti abbastanza piccoli, mettetelo nella padella facendolo rosolare e bagnandolo con un bicchiere di Vermentino, una volta sfumato aggiungete i pomodorini e fate cuocere per circa 40 min.
Lessati i pici (impastati con acqua, farina bianca e farina di semola), uniteli alla salsa al polpo, saltateli in padella aggiungendo un filo di olio extravergine amalgamando il tutto. Guarnite il piatto con un po’ di prezzemolo.
Vino in abbinamento: Dogajolo Rosato elegante e strutturato, dalle note floreali, in particolare di rosa, mirto e fiore di vite, con profumi fruttati come la mela, il ribes e la marasca. Un vino deciso, equilibrato nell’acidità, perfetto in abbinamento con i pici.

Zuppetta di pesce senza lische
Dosi per 4 persone:
1 kg di cozze, 1 kg di vongole, 1 kg di polpo di scoglio, n.4 mazzancolle, n. 4 scampi,
n. 4 calamari e n. 4 seppie tutto di media grandezza, 8 fette di pane toscano
1 scalogno, 2 spicchi di aglio, 500 gr, di pomodori datterini ben maturi, prezzemolo e basilico
1 dl di olio EVO, 1 peperoncino
Mettete in una casseruola l’olio EVO con uno spicchio d’aglio e lo scalogno tritato finemente con il peperoncino rosolate leggermente. Unite le teste dei gamberoni, i tentacoli dei calamari e la testa del polpo tagliata a listelle e pomodorini tagliati a pezzetti, lasciate cuocere alcuni minuti , poi unite tutto il resto del pesce tagliati a pezzi regolari a secondo della specie utilizzata e lasciate finire di cuocere lentamente e infine aggiungere il prezzemolo ed il basilico tagliato finemente.
Tostate le fette di pane toscano in forno e aromatizzatele sfregandole con uno spicchio di aglio per accompagnare nel piatto la zuppetta di pesce.
Vino in abbinamento: Dogajolo Rosso profumi fruttati e fragranti per una morbidezza e una maturità raggiunta in legno. Un vino rosso rubino intenso. Un blend di sangiovese e cabernet. Pieno, morbido, rotondo, di ottima struttura. Il profumo fruttato, con sensazioni di ciliegia, viene raggiunto da gradevoli sentori di vaniglia, caffé e spezie. Con la zuppetta del pescatore il matrimonio è ideale.

LO CHEF : Marino Marchi, chef patron del ristorante Il Veliero nei pressi della Marina di Scarlino, un grande classico della ristorazione della zona, paradiso per i velisti e amanti della nautica
“Sono nato sotto il segno dei pesci…amo il mare e non essendo uno scrittore, nè un pittore, cucino per raccontare i profumi, i colori e i sapori del mare” racconta Marino mentre prepara le sue ricette, magari per un pranzetto in barca, o una cena ormeggiati in porto sotto un cielo stellato.
Dove trovare i vini Carpineto: oltre e i riferimenti nel sito, i vini Carpineto si possono gustare e fare scorta di bottiglie nel wine bar DOGAJOLO Banco del vino, dedicato alla nota griffe toscana. La location si trova presso la Marina di Scarlino in provincia di Grosseto, nel cuore della Maremma. Un paradiso dei velisti e degli amanti della nautica, che possono godersi la vista del porto direttamente dai tavoli all’aperto dell’enoteca, magari con calice di bollicine , secco e fruttato oppure scegliere uno Spumante Brut Rosè, prodotto limitato proveniente dalle uve tipiche della Toscana come sangiovese, canaiolo e una modesta quantità di traminer aromatico rosa.
Naturalmente si potranno trovare i tre Dogajolo CARPINETO utilizzati per le ricette, bianco, rosato, rosso, uve provenienti da terreni ricchi di fossili marini, profumi fragranti, straordinaria piacevolezza e bevibilità. Il nome allude alle doghe di coperte e ponti di barche, qualcosa di familiare per chi ama il mare ma anche solo l’estate.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: