Ricomincia la Liga, è sempre Barca vs Real

Dopo il campionato tedesco, ecco che anche il calcio spagnolo riparte e lo fa all’insegna, tanto per cambiare, delle vittorie di Barcellona e Real Madrid.

Continua invece a frenare l’Atletico Madrid, cui viene imposto il pareggio dal sempre ostico Athletic Bilbao tra le mura del San Mamès. Ora gli uomini di Simeone, attualmente addirittura sesti in classifica, dovranno rimboccarsi le maniche e lottare per la qualificazione alla prossima Champions League. L’obiettivo è completamente alla portata dei Colchoneros, ma è inutile sottolineare che un eventuale fallimento in tal senso sarebbe un colpo incredibilmente duro da digerire per la sponda biancorossa della capitale spagnola.

Trasferta molto più agevole per il Barca, che ha superato con un netto 4 a 0 il Maiorca, squadra impegnata nella lotta salvezza.

Già al secondo giro di lancette Arturo Vidal sblocca l’incontro grazie ad un ottimo inserimento ispirato dal traversone di Jordi Alba, il quale troverà nel secondo tempo anche la rete personale.

A completare il tabellino ci hanno pensato il danese Braithwaite, acquistato durante l’ultima sessione invernale di mercato dal Leganès, e il solito Leo Messi, che riprende così la sua corsa al titolo di capocannoniere e soprattutto al prossimo Pallone d’Oro.

Mettendo da parte per un attimo il calcio giocato, risulta molto interessante in chiave mercato l’impiego ridotto del giovane centrocampista brasiliano Arthur –impiegato soltanto negli ultimi 20 minuti-, il che fa intuire che il giocatore continui a non essere nelle grazie dell’allenatore e che un suo trasferimento in estate non sia così improbabile. La Juve resta sempre vigile sul giocatore, considerandolo uno degli obiettivi principali per rinforzare la rosa di Maurizio Sarri.

Passando ora ai rivali storici dei blaugrana, anche il Real Madrid vince agevolmente la sua prima partita post Coronavirus, rifilando 3 reti (tutte nella prima frazione di gioco) al modesto Eibar. I marcatori della giornata sono stati Kroos, il capitano Sergio Ramos e Marcelo, mentre al 60’ Bigas ha firmato il gol della bandiera per gli ospiti.

Protagonisti dunque i centrocampisti e i difensori dei blancos, che con le loro incursioni offensive sono riusciti a sopperire alla polveri bagnate di Benzema e Hazard.

Partito subito a mille e messo il match al sicuro già entro il 45esimo, il Real ha leggermente abbassato la guardia nel secondo tempo, ma ad evitare qualsiasi rischio di rimonta ci ha pensato il portiere belga Courtois, il quale ha salvato la porta dei suoi con un paio di buonissimi interventi.

A dieci giornate dal traguardo, la classifica dice Barcellona a +2 sul Real, avendo però quest’ultimo il vantaggio negli scontri diretti. Il duello a distanza sarà certamente entusiasmante e, nonostante la pesante assenza del pubblico, possiamo esser certi che nelle prossime settimane lo spettacolo non mancherà e ci sarà di che divertirsi.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: