I 10 consigli per evitare gli sprechi alimentari. Sì al foodsharing!

spazzatura

In famiglia stiamo sempre a lamentarci su quanto spreco alimentare ci sia in casa. Riempiamo bustino di spesa e altrettanti di spazzatura, con tanto cibo lasciato, scaduto, non più utilizzabile.

Ogni anno noi italiani sprechiamo 27 chili di cibo a persona, pari a 454 euro all’anno per famiglia, secondo il rapporto Waste Watcher 2013. Proprio per sanare questa grande pecca, ADI – Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica – proporrà il 4 agosto a Expò Milano, le 10 regole utili per evitare lo spreco alimentare.

Arriviamo a sprecare una media del 17% dei prodotti ortofrutticoli comprati, il 15% di pesce, il 28% di pane e pasta, il 29% di uova, il 30% di carne e il 32% di latticini.

Se si pensa che è stato stimato un aumento della popolazione fino a 9 miliardi  e che bisognerà aumentare del 60% la produzione agricola, e che la metà del cibo viene buttata al secchio in tutto il mondo anche se ancora commestibile, la suzione salta subito agli occhi.

Prima quindi bisogna eliminare gli sprechi e solo a quel punto capire di quanto dover integrare la produzione. Per farlo, seguiamo i 10 utili consigli di ADI che vi elenchiamo di seguito:

  1. Fai una lista delle cose da acquistare, in base alle reali esigenze;
  2. Segui la stagionalità e l’origine del prodotto, cercando di preferire prodotti locali a filiera corta, soprattutto per frutta e verdura;
  3. Riponi la spesa in modo corretto e nel ripiano adeguato del frigo;
  4. Congela i prodotti per prolungarne la durata nel tempo e mantenerne la freschezza;
  5. Mantieni pulita la dispensa e usa contenitori rigidi per la conservazione di alimenti come pasta e farina;
  6. Leggi le etichette nutrizionali e in particolar modo attenzione alle scadenze e al loro significato reale;
  7. Fai sempre attenzione alle quantità del cibo quando si cucina;
  8. Esegui una buona manutenzione di frigo e fornelli;
  9. Riutilizza gli alimenti avanzati e gli scarti alimentari con nuove ricette;
  10. Pratica il foodsharing, se il cibo è troppo e non si può congelare o riciclare, condividilo con amici e vicini di casa.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: