UE: Google accusata di abuso di posizione dominante

Margrethe_Vestager_UE

Nei giorni scorsi alcune indiscrezioni diffuse dal Wall Street Journal, hanno anticipato dei provvedimenti in arrivo dalla Commissione Europea nei confronti di Google, a seguito dell’indagine antitrust avviata ormai alcuni anni fa sotto la guida del commissario alla concorrenza Joaquin Almunia.

Quelle che sembravano voci di corridoio, sono adesso diventate realtà, con la formalizzazione ufficiale delle accuse di ‘abuso di posizione dominante’ rivolte dall’Europa al colosso di Mountain View in merito ai risultati visualizzati dal motore di ricerca Google.

Il nuovo Commissario alla concorrenza, Margrethe Vestager, ha deciso di formalizzare le accuse nei confronti di Google, ritenendo che la società stia violando le leggi antitrust favorendo il comparatore di prezzi Google Shopping nei risultati di ricerca, a danno dei servizi concorrenti.

Google ha ora tempo 10 settimane per potersi difendere, ma qualora le spiegazioni non dovessero bastare, l’azienda potrebbe essere costretta ad affrontare pesanti conseguenze legali, compresa una sanzione pari al 10% del fatturato annuo.

Insieme alle accuse, la Commissione Europea ha inoltre aperto un’indagine che mette al centro dell’attenzione il sistema operativo Android, per capire se abbia adottato delle strategie anti-concorrenziali per spingere app e servizi di proprietà forte della posizione dominante nel settore dei sistemi operativi mobili.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: