Take My Things: è italiana la nuova app per il trasporto social

Il mercato delle app per smartphone e tablet è in continua espansione ormai da molti anni, ed ha portato alla nascita di realtà molto importanti che hanno dato vita a veri e propri colossi tecnologici che continuano ad espandersi a livello globale offrendo i propri servizi a milioni di persone, e in tal senso un ambito già ampiamente esplorato negli ultimi tempi è quello del trasporto e delle consegne a domicilio, con realtà come Uber che ha creato una vera e propria concorrenza ai taxi tradizionali, e piattaforme come Just Eat, Deliveroo e molte altre che si sono invece specializzate nella consegna di cibo, permettendo a chiunque di improvvisarsi fattorino per guadagnare qualche euro extra.

Ed è proprio in questo settore che ha deciso di puntare una giovane start-up tutta italiana. Si chiama Take My Things, è nata nel 2015 e offre agli utenti la possibilità di ricevere o far consegnare oggetti di ogni genere affidandosi alla vasta rete di trasportatori che fanno parte dell’app, principalmente persone comuni che hanno deciso di far parte di questa innovativa app per il trasporto social.

Take My Things è stato creato da Francesco Demichelis e Guido Balbi, e nasce dall’idea di offrire alle persone la possibilità di ricevere o consegnare oggetti, ad esempio ad un amico, affidandosi a persone che in quello stesso momento devono fare lo stesso tragitto. Registrandosi all’app, è necessario solo inserire la propria richiesta. A quel punto la rete di trasportatori potrà visualizzare la richiesta, accordandosi su orario di consegna dell’oggetto e compenso. L’idea, a detta dei creatori, è nata nel 2014, quando uno dei co-fondatori (Francesco Demichelis) si era recato nella sua casa al mare, in Liguria, accorgendosi sul posto di aver dimenticato le chiavi. Istintivamente ha preso lo smartphone per trovare un’app che gli consentisse di ricevere le chiavi nel più breve tempo possibile, accorgendosi che non esisteva nulla di simile. A quel punto è nata l’idea di creare, con il suo socio Guido Balbis.

L’obiettivo di Take My Things è quello di fornire un servizio che possa essere utilizzato 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, senza bisogno di affidarsi ai servizi di consegna tradizionali, soprattutto quando si deve consegnare un oggetto urgentemente oppure quando l’orario non permette di fare altrimenti. Take My Things punta anche sulla sicurezza, permettendo di visualizzare sempre la posizione del fattorino. Chiunque può presentare richiesta per trasportare oggetti, ma la rete di trasportatori è scelta in maniera attenta per offrire agli utenti il giusto livello di sicurezza.

Al momento Take My Things è disponibile solo per la città di Torino e fino ad oggi ha gestito migliaia di consegne, ma sarà interessante scoprire se l’app verrà estesa ad altre città italiane, ampliandone così la disponibilità e, di conseguenza la rete di “fattorini” social. Take My Things è disponibile per il download su Google Play Store e App Store.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: