SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CON ALLARME JEIKO, MAI STATO TANTO SEMPLICE

Cos’è la semplicità?  Riuscire a ottenere un risultato, un appagamento senza dover fare sforzi.

Jeiko ha messo in pratica – evidentemente – questa cosa. Mai mi era capitato di testare una videocamera di sorveglianza wii-fi, motorizzata, senza avere la benché minima esitazione. Tutto è stato semplicemente perfetto.

Videocamera di sorveglianza Jeiko SMARTVEDO883

Quando mi è stata consegnata la scatola, c’erano stati dei problemi con chi mi aveva preceduto perchè non si era pensato a fare un Reset del prodotto. In effetti era risultato difficile accoppiare la videocamera al Router, ma non appena – per intuizione o esperienza, decidete voi – ho operato sul solo tasto di reset esistente sotto l’apparecchio tutto è diventato immediato e facile. Non so come dirlo, ma ne sono entusiasta. Ho provato prodotti di svariate marche anche molto blasonate, ma nessuna mai mi ha dato un riscontro così immediato.

Inizio con ordine: l’imballo è molto semplice, nulla di pretenzioso, una semplice scatola con delle sedi interne ove erano riposte: il corpo centrale della videocamera, l’antenna, i sensori da porre su porta o finestra, un telecomando, un mini-cd, il trasformatore con filo per l’alimentazione, gli stop col sistema di ancoraggio per fissarla (in alto) a muro.

Dal Play-store ho scaricato la app per smartphone Android, Yoosee. Avrei potuto scaricarla anche col Qr Code. Appena istallata, aprendo l’applicazione viene richiesta una email e una password. Al pannello successivo bisogna indicare il Router e la relativa password, e praticamente abbiamo finito. Bisognerà indicare il Codice Id relativo alla telecamera e la sua password; entrambe sono sul corpo della telecamera stessa.

2015-09-27 21.05.46

L’istallazione dell’app e il collegamento allo smartphone segue all’istallazione fisica della telecamera motorizzata Jeiko Videoalarm.

Inserendo la presa alla corrente… abbiamo finito.

Volendo la telecamera può essere collegata con cavo di rete e sarebbe auspicabile inserire una scheda di memoria nell’apposita sede.

C’è tutto ed è tutto estremamente semplice da capire senza neppure leggere le istruzioni.

Sullo smartphone poi si possono accedere a tanti sotto-menù e il funzionamento è personalizzabile al massimo.  Dal cambio di password all’interno del proprio account (da fare ogni tanto). Nel settaggio, possono essere spuntate delle segnalazioni da attivare o meno per notificazioni o per allarmi o addirittura per l’accensione stessa della telecamera in maniera automatica.

Per il settaggio generale ci sono tali e tante personalizzazioni che solo un utilizzo prolungato può permettere di migliorare e razionalizzarne l’uso secondo le proprie esigenze.

Il Menu principale che ci accoglie, che anche graficamente è apprezzabile nel design e funzionalità, è diviso in quattro sottocartelle: nella prima c’è la telecamera (Device). Appare proprio l’immagine di ciò che si è visto l’ultima volta che si ha fatto l’accesso. Vicino all’immagine c’è l’indicazione se la telecamera è online o offline. Sempre da questo menu, si apre a tendina un ulteriore sotto-menu che prevede il Playback di eventi e video registrati, una scorciatoia al pannello del settaggio e ugualmente la possibilità di tornare alle impostazioni del nome e password da impostare per la telecamera. Nella seconda c’è un Menu per i messaggi di allarme da preimpostare. Nel terzo sotto-menu possiamo rivedere le immagini salvate, scattate o registrate. Nell’ultimo spazio si torna al menu principale. Dal precedente pannello (quello iniziale del Device) è possibile aggiungere ulteriori telecamere o apparecchi da collegare, inserendo ancora una volta il Device ID, il Nome e password.

Dal punto di vista delle impostazioni non c’è molto altro da dire per ciò che riguarda un funzionamento semplice e lineare.

Tutto questo che comunque già permette una visione in remote dall’ufficio, dalle vacanze, o semplicemente quando non si è in casa può diventare un sistema molto più ampio e complesso. Aumentare il numero di apparecchi collegati può permettere un maggiore controllo. Sensori di sicurezza applicati a porte e finestre costituiscono un reticolo che sicuramente può disorientare e far desistere i malintenzionati. A questo impianto “mobile” potremmo collegare altre telecamere nelle scale del nostro palazzo, nei cortili e in tutte quelle zone dove c’è poca luce. La telecamera Jeiko Videoalarm non teme l’oscurità in quanto può vedere al buio con i raggi infrarossi.

La motorizzazione permette di spostarsi all’interno dell’area ove è posta la telecamera semplicemente agendo sullo schermo dello smartphone, come un videogioco. La telecamera seguirà tutti gli spostamenti con quel ritardo minimo dovuto alla ricezione.  Durante la visione sarà possibile registrare le immagini, udire i suoni e anche parlare. Non ha lo zoom. Le fotografie che si scattano possono essere fatte in tre diversi formati qualitativi HD SD LD.

Non ho settato l’orologio né la data,  e chissà quante altre cose. Per le mie esigenze –  poter controllare casa quando non ci sono, quando suona l’allarme, queste funzioni mi erano più che sufficienti.

Tale sistema può diventare parte di un sistema di allarme più completo, sempre della Jeiko. A quel punto l’integrazione sarebbe perfetta e anche il funzionamento tra diversi tipologie di sensori potrebbe rientrare in un sistema di sicurezza attiva davvero completo. Intanto c’è da sottolineare come già la telecamera disponga di una potente sirena  integrata  che può essere attivata o disattivata a piacimento e direttamente dall’App, come anche dal telecomando in dotazione

Specifiche tecniche:

P2P Cloud Plug & Play

HD 770P live streaming

Compression Video H264

Illuminatore infrarosso per visione notturna  10m

WiFi 802.11b/g/n

Ricevitore RF 433-92 Mhz. per dispositivi e allarme

Sirena Integrata

Microfono e altoparlante integrato per funzione intercom

Alloggiamento per scheda di memoria TF Max 32 GB

Movimento videocamera a 90° verticale 355° orizzontale

Alimentatore da DC5 v/2A

Temperatura di funzionamento 0° fino a 65°

Peso 350gr

GALLERIA IMMAGINI:

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: