Sindrome della vibrazione fantasma sempre più diffusa tra i possessori di cellulare

Sindrome_vibrazione_fantasma

Da quando i cellulari hanno fatto il loro debutto sul mercato, in seguito sostituiti dagli smartphone, che consentono di restare sempre connessi e di accedere ad una moltitudine di funzioni, i dispositivi mobili hanno ottenuto una diffusione sempre maggiore diventando parte integrante della vita di milioni di persone.

Interessante, in tal senso, è quella che viene descritta come una vera e propria sindrome che avrebbe sperimentato almeno la maggior parte delle persone che è solita tenere il cellulare nella propria tasca. Si tratta della sindrome della vibrazione fantasma.

Una ricerca effettuata dal Dr. Robert Rosenberger del Georgia Institute of Technology, ha evidenziato come almeno il 90% delle persone intervistate è ‘affetta’ dalla cosiddetta sindrome della vibrazione fantasma. Questa porterebbe le persone a scambiare leggeri spasmi muscolari per la vibrazione del proprio cellulare, convincendo quindi a controllare l’eventuale ricezione di chiamate o messaggi

Questa sindrome sarebbe presente soprattutto nelle persone che tengono il telefono in tasca per molto tempo, trasformando quest’ultimo in una vera e propria estensione del corpo, e causata in larga parte dalla società sempre connessa e dall’ansia di perdere una chiamata o una email importante.

E se, al momento, questo non può essere considerato un problema preoccupante, la ricerca ipotizza che la tecnologia stia contribuendo a modificare la chimica del cervello e i percorsi cognitivi delle persone.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: