Reon Pocket: ecco il condizionatore d’aria “indossabile” progettato da Sony

 

Il sistema di crowdfunding, che permette a chiunque di supportare la realizzazione di una iniziativa o un progetto è una realtà ormai ampiamente nota e consolidata, che nel corso degli ultimi anni ha permesso anche la nascita di prodotti tecnologici interessanti e potenzialmente innovativi. Non è inusuale che anche aziende importanti decidano di affidarsi al crowdfunding per finanziare progetti innovativi, per tastare l’interesse del pubblico.

E’ il caso di una novità svelata di recente che arriva direttamente dal Giappone e, considerate le temperature raggiunte nelle ultime settimane, non può che apparire come una interessante ventata d’aria fresca. Si chiama Reon Pocket, e viene descritto come un piccolo condizionatore d’aria che potrà essere inserito all’interno del taschino di una t-shirt creata appositamente. Un dispositivo che consentirà, a seconda delle esigenze e del periodo, di aumentare o diminuire la temperatura corporea.

Dietro questo prodotto c’è la Sony Startup Acceleration Program ma è necessario spiegare che il dispositivo non esiste ancora. Per realizzarlo è stata lanciata una campagna di crowdfunding attraverso la piattaforma First Flight, di proprietà della stessa Sony, in Giappone. L’obiettivo da raggiungere è stato fissato a 66 milioni di yen, ma il traguardo è già stato raggiunto e superato, e questo significa che Reon Pocket verrà effettivamente prodotto e commercializzato.

Attraverso la descrizione di Reon Pocket, viene definito un dispositivo di piccole dimensioni con un peso di appena 80 grammi, che si inserisce all’interno di una tasca nella parte posteriore di una t-shirt realizzata appositamente e posizionata di poco sotto la nuca. Il funzionamento è abbastanza semplice da capire. La temperatura viene regolata grazie all’effetto Peltier, fenomeno termoelettrico che si genera quando due metalli o semiconduttori entrano in contatto formando una corrente elettrica che trasferisce il calore. A seconda della direzione della corrente elettrica, il calore può essere assorbito o emesso, riuscendo quindi a riscaldare o raffreddare.

Dai dettagli diffusi nella pagina dedicata a Reon Pocket, emerge che questo piccolo condizionatore è in grado di abbassare la temperatura fino a un massimo di 13 gradi (nei periodi più caldi) o di alzare la temperatura di 8 gradi (durante i periodi freddi). Tutto potrà essere controllato attraverso un dispositivo Android o iOS grazie al Bluetooth.

L’autonomia, invece, è piuttosto limitata. Reon Pocket potrà essere usato per 90 minuti e la ricarica si potrà effettuare nell’arco di due ore attraverso una porta USB Type-C. Il prezzo, al cambio in euro, sarà di poco superiore ai €100. Reon Pocket verrà lanciato inizialmente solo in Giappone da marzo 2020. Ma in seguito potrebbe approdare anche in altri mercati.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: