Puliamo il nostro profilo Facebook dai vecchi post

Da quanto tempo viene usato Facebook? Io personalmente dal 2008. C’era un tempo in cui perdevo un po’ di tempo, ed ogni tanto – a ritroso – andavo a pulire quei dati, fotografie, commenti e anche post, che potevano esser inadeguati, commenti per accadimenti superati dagli eventi, ricerche, condivisioni, che semplicemente non mi sentivo più da mantenere. Quante cose abbiamo postato e abbandonato nella nostra cronologia. Quanti video visti, ricerche fatte, commenti e tutto ciò che questo strumento permette di fare in questa realtà virtuale, con rappresentazioni nel mondo reale. In questi anni l’uso di Facebook si è trasformato. Da che ci era servito per ritrovare gli amici di un tempo, o ricontattare in veste non fisica, l’amore del tempo che fu, si è trasformato in mezzo di comunicazione di massa. Testate giornalistiche affidano comunicati stampa, Partiti politici e rappresentati degli stessi con le pagine personali presentano programmi, lavori e discussioni aperte. Facebook è un’ottimo sistema per far pubblicità ad attività commerciali, ma anche a sistemi di vendita online. Associazioni Ambientaliste, Associazioni per l’allevamento e la cura degli animali, Aziende Bio, Alberghi, Ristoranti,  I giochi elettronici, le principali catene di distribuzione, La Ragnatela Editore, anche per la vendita di libri e per pubblicizzare gli articoli pubblicati. Un grosso Mercatino delle pulci che però nel profilo di ognuno di noi può contenere tante cose ormai inutili, da eliminare, cancellare o dimenticare.

E’ difficile avere  un’idea chiara di quello che si è postato negli anni. Per coloro che condividono regolarmente informazioni, collegamenti o foto, tenere traccia della sequenza temporale dei post sulla bacheca è un lavoro duro. Questo è tanto più vero quando si desidera ripulirlo, poiché è necessario procedere individualmente per ogni pubblicazione. Il raggruppamento delle operazioni è però possibile attraverso alcune operazioni che permettono la gestione delle attività. Si può così procedere ad  archiviare o eliminare, selezionandole, togliendo molti elementi che evidenziano dettagli  personali.

Per accedere allo strumento di “gestione delle attività”, sarà necessario utilizzare l’applicazione mobile Facebook o Facebook Lite, su iOS e Android. (dagli smartphone), invece con un computer,  basterà tornare sul proprio profilo ciccando sul proprio nome.

1. (Dall’app), aprendo  il menu principale toccando le tre linee orizzontali in alto a destra e seleziona Visualizza il tuo profilo , da computer basterà cliccare sul proprio nome.
2. ci sono i tre punti direttamente sotto il tuo nome, quindi seleziona Registro attività .
3. qui è possibile vedere tutti i post condivisi, pubblicati o commentati e quelli dove hai messo “mi piace“, ma anche tutto quello che è stato “cercato”. E’ anche possibile archiviare ciò che non vuoi più mostrare ma comunque mantenere. C’è poi il cestino. Tutto ciò che verrà spostato nel cestino, dopo 30 giorni sarà eliminato. Gli elementi possono essere “filtrati” così da rendere più veloce la selezione.
4. Toccando la casella davanti a ogni messaggio per selezionarlo, e premendo il pulsante Elimina, è possibile  cancellare tutti gli elementi selezionati.

Questa funzione non solo consente di eliminare le pubblicazioni, ma anche di far si che le stesse, pur rimanendo nel proprio profilo, non siano più visibili. Possono essere archiviate, o anche modificare chi può vederle e chi no. E’ possibile vedere un commento postato, il profilo della persona su cui si è intervenuti. Gli elementi vengono rimossi dalla pagina, ma rimangono accessibili nell’archivio. Ciò consente, ad esempio, di rimuovere contenuti  personali, ricerche, foto non più attuali, persone o situazioni che non si vogliono più ricordare ( o meglio mostrare di frequentare), ma di cui si desidera comunque tenere traccia. Non si tratta di rendere visibili i post solo a te stesso. Sono rimossi dalla pagina, ma è sempre possibile  ripristinarli.

Passare attraverso qualsiasi cosa si sia  condiviso nella bacheca può essere un processo piuttosto lungo, anche con questo strumento. Per andare più veloce, Facebook offre filtri per visualizzare solo determinati contenuti. Per fare ciò, è sufficiente premere il pulsante Filtri in alto a sinistra.
È possibile limitare la visualizzazione a un periodo specifico, il che consente di rivedere i post più vecchi senza visualizzare tutta la bacheca. Permette di selezionare anche per persona e per tipo di pubblicazione. Sarà così possibile  trovare una foto o un video, una pubblicazione specifica, alla quale dare nuova destinazione.

Per chi gioca sui vari Farmville o Candy Crush tramite Facebook, ma anche per gli altri giocatori su smartphone, spesso viene richiesto di condividere la propria esperienza sulla propria bacheca. Questo  inquina, riempie  la bacheca di immondizie e  post inutili. Grazie al nuovo strumento di gestione delle attività, la loro rimozione è diventata molto più semplice. Per ripulire, basta selezionare il filtro Post da altre app per mostrare solo l’attività dei giochi e di altre app. (tali comandi sono differenti su smartphone e computer, ma anche se Ios o Android, ma ci sono).

Eliminando un post direttamente dal feed di notizie, non è possibile recuperarlo in caso di errore. Fortunatamente per questo strumento Facebook ha pensato di creare un cestino. Non è necessario svuotarlo, perché il suo contenuto viene automaticamente eliminato dopo 30 giorni. Tuttavia, ricorda di controllare il contenuto del cestino al termine  di una sessione  di pulizia, per essere sicuri  di non aver cancellato nulla accidentalmente. In questo caso, sarà sufficiente controllare la voce e premere Ripristina in modo che appaia nuovamente sul  Registro.

Lo strumento ha alcune limitazioni. Innanzitutto, non mostra i post in cui sei identificato. Questo ha senso, poiché si tratta di post di altre persone e quindi non possono essere eliminati. Non è possibile identificare le foto, se queste sono in un album (a meno che non si è taggati). Tale operazione è invece possibile dai propri album – ma si tratta di un’altra operazione. Anche in questo caso sarà possibile ordinarli, o cancellarli. Infine, il “Registro Attività”  non  consente di gestire le storie. Questi vengono comunque archiviate automaticamente.

Questo strumento è in continua evoluzione. Io sono favorevole alla pulizia dell’archivio. E’ utile togliere richiami, commenti e foto che non corrispondono più al contesto che si vive, o qualcosa che non ci rappresenta più. Poi condividere troppe notizie personali, in un’epoca di truffe informatiche, non è mai un bene. Facebook, dal canto suo ha anche annunciato che intende continuare ad aggiungere nuove funzionalità a questo strumento. La gestione delle singole attività di ognuno di noi che utilizza tale piattaforma,  dovrebbe quindi evolversi nel tempo.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: