Protezione online e VPN: tutto ciò che c’è da sapere

Internet è senza dubbio lo strumento più potente e versatile del mondo moderno. Attraverso computer, tablet o smartphone è possibile sfogliare notizie recenti, pubblicare foto sui social, parlare con amici e parenti lontani, fare acquisti e anche gestire il proprio conto corrente bancario. Tutte questo è eccezionale, se non fosse per il fatto che espone l’utente a dei rischi seri.

Ogni volta che ci collega al world wide web, infatti, le informazioni trasmesse tra device e sito possono essere intercettate, fatto che espone l’utente a dei pericoli. Numeri di carta di credito, conversazioni private e tanto altro può essere letto e sfruttato da terzi in modo nascosto. Nonostante ciò, esiste una soluzione e si chiama rete virtuale privata o VPN. Ma una VPN come funziona e come può essere installate per garantire il massimo della protezione online? Vediamolo sotto.

VPN: origine e funzionamento

Con il termine VPN, acronimo che sta per Virtual Private Network, si indica un tipo di connessione privata progettata per rendere la navigazione online anonima e protetta. Le origini risalgono agli albori delle trasmissioni di dati su Internet. Molte aziende sfruttavano una serie di server locali per evitare di trasmettere i propri dati su delle infrastrutture pubbliche facilmente hackerabili.

I vantaggi di una VPN erano talmente tanti che ben presto molte società decisero di offrire dei servizi di protezione simili anche agli utenti comuni. Per comprendere il funzionamento di una VPN è necessario capire come vengono trasmessi i dati sul web. Generalmente, quando si accede a un sito dal proprio dispositivo si crea una connessione con esso, inviando i dati da un punto A ad un punto B. Questo tipo di collegamento è particolarmente vulnerabile e consente di capire fin da subito da dove provengono e dove stanno andando i dati.

Una VPN è un terzo elemento C che si frappone tra i due, rendendo anonimo il punto da cui sono partiti inizialmente i dati e proteggendo l’intera trasmissione tramite un “tunnel” privato. I dati vengono inoltre criptati tramite l’utilizzo di un protocollo di crittografia in modo che nessuno possa essere in grado di decifrarli.

Perché installare una VPN?

Le motivazioni per installare una VPN sono tante, tuttavia è possibile definire due ragioni principali, che sono anche il motivo per cui la maggior parte degli utenti decide di optare per questa tipologia di connessioni private. Queste sono:

Accesso a qualsiasi sito web. Su Internet può capitare che alcuni siti siano disponibili solo in determinate nazione e non disponibili in altre. Ad esempio, in Cina non è possibile usare servizi comuni come Google e Facebook. Una VPN permette di camuffare la propria posizione a piacimento, conferendo agli utenti la libertà che si meritano.

Utilizzo sicuro degli hotspot pubblici. A volte capita di rimanere senza connessione mentre ci si trova in viaggio e si decide di sfruttare i tanti hotspot pubblici presenti. I dati trasmessi con hotspot sono estremamente facili da rintracciare. Una VPN, tuttavia, permette di proteggerli rendendoli impenetrabili.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: