Playstation 5 in arrivo a Natale 2020

Durante una conferenza trasmessa già a giugno, Sony ha sollevato il velo su Playstation 5, la sua consolle di nuova generazione impostata per sostituire PS4 e PS4 Pro. La PS5 non ha ancora una data definita per l’ uscita sul Mercato Mondiale. Arriverà però è certo prima della fine dell’anno – poco prima del periodo Natalizio. Non si sa ancora quale potrà essere il prezzo, ma in considerazione di tutto quello che c’è dentro – ci sarà una probabile crescita verso l’alto. Quello che conosciamo è il nuovo design. Sappiamo anche che la consolle arriverà in due modelli: Standard e Digital Edition. La Digital Edition non avrà più il lettore CD.

Per quanto riguarda i giochi, c’erano molte esclusive per PS5 presenti in questa conferenza. Tra questi c’è Marvel’s Spider-Man: Miles Morales, uno standalone del gioco Instomniac 2018 che ci permetterà di vivere le avventure di Miles Morales nel costume di Spider-Man. Parliamo anche di Horizon Forbidden West, l’attesissimo sequel di Horizon Zero Dawn di Guerrilla Games, ma anche di Gran Turismo 7, Demon’s Souls Remake, Ratchet & Clank: Rift Apart o Sackboy’s Big Adventure.

Sony non ha confermato ufficialmente una data di uscita per PS5. Si parla della fine del 2020, nel periodo degli acquisti dei regali Natalizi. L’uscita della Playstation 5  nonostante i dubbi espressi dagli osservatori a causa della crisi del coronavirus e del suo impatto sulla produzione, viene confermata, così come che ciò  che arriverà introdurrà molte innovazioni nell’ambito del Mondo virtuale e dei giochi.

A giugno  Sony scelse di svelare a sorpresa il design della sua futura console. La PS5 appare lì con linee curve e pulite con una due tonalità di bianco e nero che sorprese i fan abituati al nero dalla PS2 alla PS4. La consolle può essere posizionata verticalmente o orizzontalmente. Come accennato, ci saranno due versioni: una standard e una “digitale” che trarranno vantaggio da un prezzo inferiore perché la console sarà privata del lettore blu-ray.

Il prezzo ufficiale della prossima consolle di Sony non è stato ancora annunciato ufficialmente. Tuttavia, Bloomberg ha pubblicato un rapporto che indica un costo di produzione “aumentato”. La decisione è delicata. Scegliere di allinearsi alla concorrenza offendo molto di più, o rischiare un prezzo elevato, ma garantire un prodotto con maggiori prestazioni.

La PS4 era stata a suo tempo  un successo immediato, soprattutto con il suo prezzo di lancio molto interessante. E’ curioso rilevare come anche la vita e lo sviluppo di alcuni prodotti sia mutata nel tempo. Sono cambiati obiettivi e funzionalità.

L’architettura della nuova  PS5,  passa per un vero e proprio salto generazionale che interessa tutti i sistemi e funzionalità. La memoria e l’archiviazione saranno decisive nel giudicare la potenza della console. Questo è in particolare il caso delle memorie SSD che avranno il compito di eliminare i tempi di caricamento.

SCHEDA TECNICA:

  • GPU – 10,28 TFLOP, 36 CU a 2,23 GHz (frequenza variabile)
  • CPU: 8 core Zen 2 a 3,5 GHz (frequenza variabile)
  • Architettura GPU – RDNA personalizzata 2
  • RAM – 16 GB GDDR6 / 256-bit
  • Memoria interna – SSD da 825 GB
  • Larghezza di banda di memoria – 448 GB / s
  • Operazioni di input e output al secondo – 5,5 GB / s (diretto), tipico 8-9 GB / s (compresso)
  • Memoria aggiuntiva – Slot SSD NVMe
  • Memoria esterna – Supporto HDD USB
  • Unità ottica – Unità Blu-ray 4K UHD

La PlayStation 5 non è quindi molto più potente della Xbox Series X. La console Microsoft lo è anzi leggermente di più  in termini di CPU (3,8 GHz contro 3,5 GHz) e GPU, ma nel complesso siamo in condizioni di parità e la maggior parte dei giochi sarà offerta su entrambe le piattaforme. Saranno altre le innovazioni che ne determineranno le differenze maggiori.

Viene introdotta su questa nuova versione, un’innovazione che risolverà un problema ricorrente dell’attuale generazione: l’aumento della temperatura delle consolle. D’ora in poi, non sarà la temperatura del chip a determinarne la frequenza, ma l’attività necessaria richiesta dal gioco. Un adattamento che consentirà di ottenere prestazioni più stabili e una migliore ottimizzazione generale dei vari giochi. Si discute inoltre  di Ray-Tracing, una tecnologia di rendering che in futuro dovrebbe prendere il posto della rasterizzazione. Per ora si parla di rendering ibrido (hybrid rendering), con l’uso del ray tracing solo per alcuni aspetti nei videogiochi, il fotorealismo, ossia ottenere immagini tale e quali a quelle reali. Usato a lungo per definire un rendering “in tempo non reale” data la sua pesantezza, permette un’illuminazione realistica delle scene simulando il comportamento fisico della luce, prendendo in considerazione le interazioni dei raggi prodotti da una o più sorgenti con le varie superfici, prima di raggiungere l’occhio umano.

Se la grafica della Ps5 sarà realmente in grado di sfruttare tale sistema di sviluppo dell’immagine è certo che sarà in grande vantaggio sulla concorrenza, che diventerà improvvisamente più vecchia.

Il nuovo controller per PS5:  si chiama  Dualsense. Per l’occasione, i team di Playstation ha scelto di decidere sul design e grafica con i propri tecnici. La disposizione dei pulsanti rimane la stessa, sebbene la barra luminosa a LED del DualShock 4 sia leggermente rielaborata con un touchpad. L’unione di due colori, bianco e nero, ha fatto fluire molto inchiostro dall’annuncio del design del controller. I tradizionali pulsanti azione Triangolo, Cerchio, Quadrato e Croce sono ancora presenti, ma non sono nei loro soliti colori.

Il design di questo nuovo controller conferma molte voci che circolano da diversi mesi. Il feedback tattile è confermato. Questa tecnologia consente di trascrivere l’azione in vibrazioni per i giocatori. Sono anche presenti trigger adattativi, sempre allo scopo di spingere al massimo la tensione del giocatore. Ad esempio, se un gioco ti chiede di sparare con un arco, la sensazione di allungamento della corda sarà meglio trascritta grazie a questo tipo di innesco. Inoltre, un microfono è direttamente integrato per consentire ai giocatori di chattare tra loro senza la necessità di utilizzare un auricolare specifico. Il pulsante Condividi su PS4 è sostituito da uno nuovo chiamato “Crea”. L’idea è la stessa,

Il controller Dualsense per Playstation 5 include un microfono che ti permetterà di chattare facilmente con gli amici. Ma quel microfono non significa la scomparsa del tradizionale jack per cuffie da 3,5 mm sul controller. Ci sarà ancora lo stesso jack per cuffie del DualShock 4. In altre parole, è possibile associare la maggior parte delle cuffie o degli auricolari standard il controller DualSense quando viene rilasciato contemporaneamente alla PS5 entro la fine dell’anno.

Sembra che la PS5 seguirà le orme della PS4, con un modello “Pro” che arriverà probabilmente nella prima metà del 2021. Le novità non sono ancora finite…….

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: