Ora Siri legge i messaggi ricevuti su WhatsApp, ma con qualche limite

Sono trascorsi 8 anni da quando WhatsApp ha fatto il suo debutto, per la prima volta, proprio su App Store, il negozio digitale dei dispositivi Apple, e da allora la strada seguita dalla piattaforma è stata quella del successo incontrastato che l’ha reso uno degli strumenti preferiti da oltre 1.2 miliardi di utenti per comunicare e condividere foto, video e contenuti personali con altre persone, tanto da attirare l’interesse di Facebook che l’ha acquistata per una cifra record vicina ai 20 miliardi di dollari.

Anno dopo anno, all’aumentare costante e incredibile della community che affida le proprie comunicazioni a WhatsApp, crescono anche le funzioni offerte agli utenti non solo per migliorare ma anche per semplificare l’esperienza degli utenti. E’ il caso dell’ultimo aggiornamento rilasciato dagli sviluppatori per WhatsApp su dispositivi iOS 10.3 e versioni successive, che finalmente supporta i comandi vocali di Siri, l’assistente virtuale sviluppato da Cupertino, per leggere i messaggi in maniera ancora più intuitiva.

E’ già da diversi anni che gli assistenti virtuali sono parte integrante delle esperienze offerte dagli smartphone, e in tal senso Siri di Apple è uno dei più conosciuti e apprezzati, integrato nella piattaforma mobile iOS. Finalmente gli sviluppatori di WhatsApp hanno deciso di beneficiare della compatibilità con Siri per migliorare l’esperienza degli utenti e per farlo hanno distribuito un nuovo aggiornamento dell’app.

La nuova versione 2.17.20 di WhatsApp su App Store, aggiunge finalmente il supporto all’assistente virtuale Siri, per interagire con WhatsApp direttamente attraverso i comandi vocali. Questo, in sostanza, significa che gli utenti di WhatsApp su iPhone e iPad, dopo aver aggiornato l’app, possono finalmente chiedere a Siri di leggere i messaggi ricevuti, e persino scrivere e inviarne di nuovi dettando il testo all’assistente virtuale. Essendo, tuttavia, una nuova funzione, sono ancora molteplici i margini di miglioramento e per questo non mancano le limitazioni.

E’ vero che Siri adesso consente di leggere i messaggi ricevuti, ma questa funzione è disponibile solo per i messaggi non ancora letti. Inoltre i messaggi ricevuti che contengono un allegato come ad esempio messaggio vocale o foto, non potrannno essere avviati con i comandi vocali. In quel caso, l’utente sarà costretto come al solito ad accedere all’app e avviare manualmente il contenuto ricevuto. Di certo con i prossimi update, l’integrazione tra Siri e WhatsApp potrebbe migliorare in questa direzione.

L’aggiornamento 2.17.20 di WhatsApp per iOS, non si limita solo all’integrazione di Siri, ma migliora anche il design di alcune schermate dell’app come le schede Chiamate, Info gruppo e Info contatto, e offre la possibilità di selezionare e inviare più Stati contemporaneamente nella scheda I miei aggiornamenti.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: