OnePlus 6T: svelato a New York il nuovo flagship OnePlus

Quella seguita da OnePlus è ormai diventata una strategia consolidata che il produttore cinese ha scelto di adottare anche quest’anno per i suoi apprezzatissimi smartphone. Parliamo della decisione di commercializzare un primo modello di punta durante la prima metà dell’anno per poi svelare una versione aggiornata circa 6 mesi dopo.

Una scelta che, almeno negli ultimi anni, ha premiato OnePlus come dimostrano i dati di venditaribaditi nel corso dell’evento di New York (1 milione di OnePlus 6 venduti in 22 giorni) e che ha visto come principale protagonista l’attesissimo OnePlus 6T. Si tratta del nuovo smartphone top di gamma cinese protagonista di numerose indiscrezioni negli ultimi mesi che hanno confermato praticamente tutto ciò che c’era da sapere sul terminale.

Come anticipato dalle numerose indiscrezioni degli ultimi mesi, OnePlus 6T non rivoluziona quanto visto con il precedente OnePlus 6, ma introduce una serie di migliorie piuttosto interessanti.

Innanzitutto il display è leggermente più ampio. Si tratta di un pannello AMOLED da 6.41 pollici (2340×1080 pixels) e aspect ratio 19,5:9. Nella parte frontale si nota una delle differenze più evidenti del design. La scelta di ridurre le dimensioni del notch che ora prende la forma di una goccia, che racchiude esclusivamente la fotocamera frontale da 16MP.

Altra novità rispetto al predecessore, la scelta di integrare il sensore delle impronte digitali sotto al display, con funzione di screen unlock che impiega appena 0,34 secondi.

Identico, invece, il cuore del terminale rispetto al precedente modello. Il chip octa-core Qualcomm Snapdragon 845 con frequenza di clock a 2.8GHz, 6GB o 8GB di RAM e 128GB di memoria per la versione base, ma con la possibilità di scegliere anche la versione con 256GB di storage.

Nella parte posteriore troviamo una dual-camera con sensori da 20MP e 16MP. Il comparto fotografico può contare su stabilizzazione ottica ed elettronica dell’immagine e una nuova modalità notte che promette di offrire scatti ancora più dettagliati con la nuova funzione Nightscape perfetta per catturare immagini di qualità anche anche in condizioni di scarsa luminosità. OnePlus 6T beneficia anche dell’intelligenza artificiale che regola in automatico le impostazioni per ottenere il meglio da ogni scatto, attraverso funzioni come il riconoscimento del volto e la modalità ritratto. Confermato anche il supporto alla tecnologia HDR e la possibilità di girare video in 4K e con la funzione slow-motion.

La connettività comprende supporto a Wi-fi, 4G LTE, Bluetooth 5.0, GPS, NFC e porta USB Type-C. Come già anticipato in precedenza, è assente il jack da 3.5mm. Migliorata la batteria che dai 3300mAh di OnePlus 6 passa ora a 3700mAh del nuovo modello, ma senza supporto alla ricarica wireless. Il sistema operativo, infine, è Android 9 Pie, con la nuova interfaccia OxygenOS 9.

OnePlus 6T sarà disponibile anche in Italia dal 6 novembre 2018 presso tutti i punti vendita MediaWorld. I prezzi partono da €559 per la versione base con 6GB di RAM e 128GB di storage e arrivano fino a €589 per la variante con RAM 8GB e 128GB di memoria. La versione più costosa arriva a €639 e integra RAM da 8GB e 256GB di memoria interna.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: