Nintendo Switch: cosa sappiamo della prima console ibrida di Nintendo

Mancano solo 15 giorni al 3 marzo 2017, la data ufficiale scelta da Nintendo per lanciare sul mercato globale la sua nuova console dedicata all’intrattenimento videoludico. Ormai sappiamo che si chiamerà Nintendo Switch, e da quando è stata svelata al pubblico sono tantissimi i dettagli che si sono aggiunti tra certezze confermate dal colosso giapponese e indiscrezioni trapelate online, fornendo importanti informazioni che una volta di più permettono di conoscere maggiormente la nuova piattaforma.

Ormai quasi del tutto archiviato il flop Wii U, Nintendo ha capito di dover puntare sin da subito su una line-up di titoli che riescano a richiamare milioni di videogiocatori spingendoli ad acquistare una nuova console, e in attesa che arrivi il 3 marzo, continuano a trapelare nuovi dettagli su questa promettente piattaforma che si mostra come una console dedicata all’intrattenimento da salotto ma che, all’occorrenza, potrà anche essere utilizzata in mobilità.

Mettendo da parte quanto accaduto con Wii U, è innegabile come le console Nintendo nel corso degli anni siano riuscite spesso e volentieri a stupire i videogiocatori con funzionalità particolari che hanno contribuito a enormi successi commerciali, basti pensare alla console Wii, la prima ad integrare un sistema di controllo in grado di riconoscere i movimenti del giocatore, caratteristica che ha permesso alla piattaforma di vendere oltre 100 milioni di unità in tutto il mondo.

Con Nintendo Switch la grande N sembra essere intenzionata a ripetere quel successo, dando vita ad una piattaforma che a tutti gli effetti appare un ibrido tra una console casalinga e un dispositivo portatile. Switch può essere utilizzato a casa, collegato ad un qualsiasi televisore, ma quando si esce, il supporto simile ad un tablet può essere staccato permettendo di giocare anche in mobilità, grazie ad una batteria che assicura oltre 3 ore di autonomia. Molti sono i dettagli trapelati di recente. Sembra infatti che Switch sarà dotato di un sistema di sblocco simile agli smartphone che impedirà l’accensione accidentale, sarà presente un menù rapido per accedere a diverse funzioni istantaneamente, il processore grafico dovrebbe essere NVIDIA di seconda generazione basato su architettura Maxwell, e non dovrebbe essere integrato un browser web.

Sarebbe confermata anche un’app che darebbe modo di interagire con gli smartphone. Inoltre non mancheranno le funzioni online. Nello specifico si parla di un servizio in abbonamento, simile a quelli offerti da Sony e Microsoft, che al costo di $30 dovrebbe fornire l’accesso a diverse funzioni online permettendo di interagire con altri giocatori, creare gruppi, condividere i punteggi registrati e confrontarli con gli amici e molto altro.

Per quanto riguarda la line-up di titoli confermati fino ad ora, ricordiamo che Nintendo Switch potrà contare su produzioni molto interessanti, da The Legend of Zelda: Breath of the Wild che sarà disponibile al lancio, fino a Super Mario Odyssey, e ancora 1, 2, Switch, Splatoon 2,  Mario Kart 8 Deluxe, The Elder Scrolls V: Skyrim, I Am Sestuna e molti altri. Nintendo Switch sarà disponibile dal 3 marzo 2017 al prezzo di €329,99.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: