Motorola riporta in vita RAZR. Ma adesso come uno smartphone pieghevole, in Italia dal 4 dicembre

 

Sono passati ben 15 anni da quando il produttore Motorola ha lanciato sul mercato il primo telefono cellulare della linea RAZR, rappresentato da un design molto sottile che si chiudeva a conchiglia accolto molto bene dal pubblico, tanto da renderlo uno dei dispositivi più venduti con oltre 130 milioni di unità distribuite a livello globale. Il successivo arrivo sul mercato degli smartphone e dei principali produttori che oggi dominano il mercato dei dispositivi mobili ha cambiato completamente il settore, e la stessa Motorola ha vissuto periodi piuttosto complicati.

A distanza di molti anni Motorola ha deciso di provare a proporre qualcosa di nuovo prendendo spunto dal passato. Nasce così il nuovo Motorola RAZR, uno smartphone che riprende in parte le forme del dispositivo originale, ma lo fa implementando un display flessibile in grado di chiudersi a conchiglia. Un terminale che fra meno di un mese approderà anche sul mercato italiano ad un prezzo piuttosto elevato, ma comunque inferiore rispetto ad altri smartphone pieghevoli già svelati da altri produttori.

Motorola ha quindi deciso di riportare il vita il brand RAZR trasformandolo in uno smartphone pieghevole. La differenza rispetto alla concorrenza deriva dalla scelta di non implementare uno schermo che si richiude come un libro. Motorola RAZR, infatti, è dotato di uno schermo flessibile che si chiude come un tradizionale flip-phone. Ciò è reso possibile da un display pOLED che, aperto, raggiunge una diagonale da 6.2 pollici con risoluzione 2142×876 pixels. Quando viene chiuso, invece, è visibile un piccolo display esterno da 2.7 pollici e risoluzione 800×600 pixels che permette di accedere a diverse funzioni come la visualizzazione delle notifiche, la possibilità di avviare la riproduzione di musica e altro ancora.

La scheda tecnica è da terminale di fascia media e comprende un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 710 insieme a 6GB di RAM e 128GB di memoria interna. Nella parte posteriore è presente una fotocamera con unico sensore da 16MP con doppio flash LED e nella parte anteriore un obiettivo da 5MP.

La connettività è assicurata dal supporto a Wi-fi, LTE, Bluetooth 5.0, NFC, GPS, porta USB Type-C ed è presente anche il lettore di impronte digitali. Il sistema operativo integrato è Android 9 Pie. La batteria da 2510mAh supporta la ricarica rapida a 15W.

Motorola RAZR sarà disponibile anche in Italia a partire dal 4 dicembre. Ma come prevedibile, trattandosi di uno smartphone pieghevole, il prezzo non lo rende uno smartphone adatto a tutte le tasche. Pur essendo inferiore rispetto ad altri terminali come Samsung Galaxy Fold e Huawei Mate X, il Motorola RAZR avrà un prezzo di €1599.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: