L’internet delle cose cambierà il mercato delle assicurazioni

Insurer_of_Things

L’Internet delle cose è uno dei settori che, negli ultimi anni è cresciuto in maniera esponenziale, e comprende tutti quei dispositivi di uso comune connessi alle rete per offrire strumenti sempre più utili ai consumatori rispetto al passato, e che solo in Italia ha raggiunto un valore che supera 1.5 miliardi di euro con oltre 8 milioni di dispositivi connessi.

Da bracciali e orologi intelligenti a termostati, frigoriferi e dispositivi di vario genere risultano sempre più connessi, e non stupisce, quindi, che l’internet of things oltre a cambiare le abitudini delle persone comuni, possa rivelarsi un’opportunità unica anche per le aziende, nel caso specifico quelle del mercato assicurativo.

L’internet delle cose potrebbe infatti offre nuove opportunità alle principali aziende assicurative, come dimostra il termine Insurer of Things scelto da Accenture Consulting per riferirsi al profondo cambiamento che le assicurazioni subiranno in un mondo sempre più connesso rispetto al passato.

I milioni di oggetti connessi, infatti, sono in grado di raccogliere preziose informazioni sulla vita ma anche sulle abitudini dei potenziali clienti, permettendo agli assicuratori di fornire soluzioni assicurative con tariffe e incentivi personalizzati, riducendo anche il rischio di frodi.

Non è un caso, secondo i dati diffusi da CB Insight, che rispetto al 2014 siano triplicate le aziende che offrono servizi assicurativi basati sull’Internet of Things.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: