L’India nello spazio con una Navetta “Riutilizzabile”

RLV

L’India ha lanciato un modello in scala di una navetta spaziale senza equipaggio, un traghetto spaziale riutilizzabile (RLV-TD). Il progetto in fase sperimentale che porta alla ribalta  anche questa Nazione tra quelle che stanno concorrendo nella corsa al trasporto via spazio e che unisce la corsa allo sviluppo di veicoli spaziali riutilizzabili.

Il modello in scala è decollato da Andhra Pradesh e ha viaggiato per  circa 70 km in atmosfera prima di scendere in mare. Interamente progettato in India dall’Organizzazione di ricerca spaziale “Isro”, la missione ha preso il via  dalla base di Sriharikota, un portavoce ha rivelato  che il prototipo, sei volte più piccolo di quella che sarà la versione finale, sarà operativo tra una decina d’anni con la peculiarità di arrivare in orbita e rientrare poi normalmente nell’atmosfera.

RTL

Da quando la  Nasa ha fermato il suo programma spaziale relativo allo Space Shuttle e l’Amministrazione Americana rivisto e ridotto  i propri investimenti nella ricerca spaziale, vi è stata una forte concorrenza internazionale per la progettazione di veicoli spaziali riutilizzabili alternativa.

Tali veicoli possono portare ad una sensibile riduzione dei costi dell’esplorazione spaziale.

L’India  insieme a Giappone, Europa e Russia stanno studiando prototipi che hanno specificità similari

RLV1

Il lancio del riutilizzabile Launch Vehicle (RLV-TD) di Lunedi ha avuto luogo in un sito a Sriharikota.

Il veicolo di  1,75 tonnellate ha avuto un esito più che felice nel suo “round”. I vertici della società  non si aspettavano neppure che riuscissero a realizzare tutte le fasi dell’esperimento. La sopravvivenza al volo ha permesso così di  consentire alla società di  raccogliere dati importanti su velocità ipersonica e atterraggio autonomo.

Il modello è stato sviluppato nel corso degli ultimi cinque anni ad un costo di  14 milioni di dollari.

Il primo Ministro Narendra Modi ha elogiato gli “sforzi operosi” degli scienziati coinvolti.

Dal momento in cui gli Stati Uniti hanno mandato in pensione il suo programma Space Shuttle, molte aziende private come SpaceX del miliardario Elon Musk e del proprietario di Amazon Jeff Bezos Blue Origin stanno cercando di colmare il divario.

La sfida è aperta.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: