Le nuove Tegole che sono pannelli solari (da TESLA)

Di spazi ove il sole batte indisturbato anche nelle nostre città ce ne sono tanti.  Spazi fatti di terrazze, di cortili  e tetti. E’ qui che normalmente vengono posizionati i pannelli solari. Negli autogril hanno avuto la buona idea di trasformare le aree sosta coperte con pannelli che intanto accumulano energia elettrica. Le nostre campagne (purtroppo) abbandonate si sono ricoperte – in molti luoghi – in tristissime distese di pannelli di silicio nero. Ben venga l’energia pulita, ma che brutte queste distese scure. In Francia hanno messo a punto delle vere e proprie strade che fungono da pannelli solari. Hanno un’ottima capacità drenante e di tenuta e sono praticamente indistruttibili. In effetti le lunghe strisce nere che si diramano in ogni dove potrebbero essere sfruttate per accumulare energia elettrica oppure per fare acqua calda. Certo poi, da noi finirebbe il problema buche e le strade sarebbero perfette. Non ci sarebbe più bisogno di manutenzione e … non lo permetterebbero mai (ma questo è tutto un altro problema).

ELETTRICITÀ DALLA STRADA, ASFALTO FOTOVOLTAICO CHE PRODUCE ENERGIA PULITA (articolo del 23/02/2016)

Pensare a qualcosa che possa rendere i pannelli più gradevoli alla vista ma ugualmente efficienti è stata la missione che diversi tecnici, negli anni, hanno sposato. Rendere efficaci i supporti e gradevoli alla vista, che si sposino con il paesaggio abituale è stata impresa ardua. In un nostro articolo di qualche tempo fa vi abbiamo raccontato di come in Svezia hanno realizzato vere e proprie costruzioni che avevano nel rivestimento esterno pannelli solari (indipendentemente dalla colorazione), e così le persiane e finestre.

FOTOVOLTAICO ED ENERGIE RINNOVABILI, RISORSE IN CONTINUA ESPANSIONE (articolo del 02/05/2016)

Oggi, in base alle ultime ricerche effettuate sul campo, possiamo raccontarvi di quei pannelli realizzati che prendono e fattezze delle tegole delle abitazioni. Avere tetti conformi e che rispettino l’ambiente circostante, che riproducano i coppi toscani, o coperture più moderne, è sicuramente meglio che vedere i pannelli neri sporgere sopra le palazzine, magari in un centro residenziale o borgo antico. Un po’ come il discorso delle parabole per la televisione, rendere più omogeneo il paesaggio è una nuova sfida che non può essere tralasciata, in favore dell’Energia pulita rinnovabile e del buon gusto.

 

 

Anche Tesla, la nota società che si interessa di accumulatori e che forse è ancor più nota per la sua vettura elettrica ha studiato dei pannelli fotovoltaici innovativi.

Elon Musk ha realizzato le  Solar Roof, le tegole in vetro che celano i pannelli fotovoltaici. le stesse, grazie alla collaborazione di 3M hanno una pellicola “mascherante” che dona loro,  in tutto e per tutto, l’aspetto di tegole normali. Avvicinandosi invece, celano – all’interno – un pannello solare invisibile da lontano.  Sono state presentate mostrandosi in quattro diverse varianti. Ci sono quelle che appaiono come le tradizionali, in terracotta, ci sono quelle che riproducono l‘Ardesia e nelle altre varianti contestualizzabili – nel prossimo futuro – con l’architettura del luogo ove verranno utilizzabili.

Sotto il profilo estetico quindi la differenza riesce ad essere celata. In più grazie all’uso di materiali innovativi, lo staff assicura una durata ed una resistenza superiore alle tegole tradizionali.

I  prezzi ancora non sono stati definiti. Si parla di un considerevole investimento che coinvolga i pannelli, manche gli accumulatori “di Tesla Powerwall. Questa offre 14kWh di capienza e 7kWh di picco, abbastanza per l’alimentazione elettrica di un’abitazione e dei supporti esterni ed interni ad essa.

Le nuove tegole in vetro e con i moduli fotovoltaici integrati, saranno perfettamente integrate con le abitazioni.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: