L’acqua del mare diventa potabile grazie ad un dissalatore costruito dal MIT

MIT_dissalatore_Desal_2015

Esistono molte regioni del mondo in cui la presenza di acqua potabile è decisamente ridotta, e l’adozione di tecnologie in grado di aiutare le popolazioni di questi territori potrebbe fare la differenza tra la vita e la morte.

Da tempo vengono utilizzati degli impianti in grado di rendere potabile l’acqua del mare, ma un nuovo progetto al quale stanno lavorando i ricercatori del MIT (Massachussets Institute of Technology) in collaborazione con la Jain Irrigations Systems, potrebbe portare alla creazione di un sistema molto più conveniente e in grado di ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente.

Questo ambizioso progetto nasce dall’idea di costruire uno speciale dissalatore che sfrutta il processo dell’elettrodialisi per rendere potabile l’acqua del mare.

Facendo passare l’acqua salata attraverso due elettrodi che agiscono sul sale composto da ioni positivi e negativi lasciando solo l’acqua dolce. Quest’ultima viene poi divisa dal sale tramite una membrana e infine i raggi ultravioletti purificano l’acqua rendendola potabile.

Il sistema costruito utilizza inoltre un impianto fotovoltaico per affidarsi esclusivamente all’energia solare che permette quindi di evitare l’utilizzo di altre fonti energetiche e ridurre il consumo.

Il progetto è stato accolto in maniera positiva, tanto da aggiudicarsi il premio Desal 2015 e un finanziamento di 140.000 dollari.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: