Instagram punta ancora alla messaggistica, e ci riprova con Threads

Instagram conta ormai su una community globale che supera 1 miliardo di utenti attivi ogni mese, un successo raggiunto con l’implementazione di strumenti sempre nuovi per coinvolgere gli utenti e spingerli a condividere contenuti personali e comunicare con gli altri. Qualche mese fa, dopo i diversi scandali che hanno coinvolto il gigante Facebook, Mark Zuckerberg in persona ha confermato la volontà di rivedere la strategia per il futuro delle sue principali piattaforme di comunicazione (dalla stessa Facebook a Instagram, fino a Messenger e WhatsApp), dando priorità alla messaggistica privata e ad una maggiore privacy rispetto al passato.

E in questa direzione sembra puntare la novità su cui starebbe lavorando il team di sviluppatori dietro ad Instagram. Una nuova piattaforma di messaggistica istantanea chiamata Threads, collegata ad Instagram, che dia maggiore priorità all’interazione con gli amici più stretti, con una serie di funzioni che sembrano ancora una volta strizzare l’occhio a Snapchat, la popolare app amata soprattutto dagli adolescenti statunitensi.

I tentativi di puntare sulla messaggistica da parte di Instagram già nel 2017 hanno portato alla nascita di Direct, pensata per scambiare messaggi diretti con gli amici. E’ stato a maggio di quest’anno, tuttavia, che la società ha deciso di chiudere la piattaforma a causa del fatto che gli utenti erano costretti a passare dall’app principale a quella dedicata ai messaggi per poter comunicare, rendendo macchinosa la comunicazione.

Adesso Instagram sembra pronta a tentare un nuovo approccio. Come riportato dal sito The Verge, la nuova app Threads viene descritta come un’applicazione che metterà al centro la messaggistica istantanea con gli amici più cari. Gli utenti, innanzitutto, potranno scegliere quali contatti aggiungere alla lista di persone con cui comunicare. A quel punto si potranno condividere diverse informazioni, dallo Status alla posizione geografica fino al livello della batteria del proprio dispositivo. Non mancherà, ovviamente, la possibilità di condividere foto e video registrati attraverso l’opzione camera dell’app e visualizzare le Storie condivise su Instagram dagli amici. Con Threads sarà possibile scegliere anche l’aggiornamento automatico, in modo da consentire agli amici di restare costantemente aggiornati su queste informazioni. Riguardo la geolocalizzazione, tuttavia, almeno inizialmente servirà a scoprire solo se un amico è in movimento, ma non verrà condivisa la posizione esatta.

Threads è al momento in fase di sperimentazione, ma non è chiaro se e quando verrà resa disponibile e quale sarà la versione definitiva che vedrà la luce. In merito agli obiettivi, invece, non è difficile immaginare che la volontà di Instagram sia quella di seguire la nuova strategia annunciata da Facebook, puntando maggiormente sulla messaggistica privata, coinvolgendo maggiormente gli utenti più giovani e invogliandoli a trascorrere più tempo sull’app.

Il riferimento a Snapchat non è un caso. L’app in questione conta una community certamente più limitata (circa 190 milioni di utenti attivi ogni giorno), ma la vera forza della creatura di Evan Spiegel e Bobby Murphy sta nella capacità di coinvolgere maggiormente l’utenza spingendola a trascorrere molto più tempo sulla piattaforma di quanto, invece, facciano gli utenti Instagram.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: