fbpx

Honor presenta il nuovo “pieghevole” Magic VS e insieme la nuova piattaforma MagicOS 7.0

Honor ha da poco presentato su territorio Cinese un nuovo device, il Mate VS, “Foldable”, molto semplicemente…pieghevole. La sua particolarità principale risiede nell’essere particolarmente leggero e potente e avere una cerniera di nuova concezione che permette allo smartphone di avere uno spessore davvero eccezionale, il minore della categoria – appena 13 millimetri. Le sue misure:

 160,3 x 72,6mm x 12, 9mm (chiuso); 160,3mm x 141,5mm x 6,1mm (aperto)

Come per tutti i “pieghevoli” il dubbio risiede, per i consumatori, sulla qualità dello schermo e sulla durata e resistenza all’essere piegato. Quanto al display, il Mate VS si presenta con un totale di due schermi, uno interno ampio, un mini-tablet e uno esterno, che se non di poco potrebbe avvicinarsi all’esser scambiato per un normale grande device. Quello interno misura ben  7,9″, schermo OLED ma flessibile con risoluzione di 2272×1984 pixel e refresh rate di 90Hz. Quello esterno  6,45″, con un rapporto schermo/corpo del 90%. La  risoluzione di 2560×1080 pixel e densità di 431ppi, a cui si aggiunge un refresh rate di 120Hz.

Passando poi all’interno del device, troviamo un processore Snapdragon 8+ Gen 1 di Qualcomm, la Ram può essere  da 12 o da 16 GB, a scelta dell’acquirente, mentre la memoria interna può essere da 256 o da 512 GB. Scelta interessante la batteria, particolarmente sollecitata, che arriva a ben 5.000 mAh, con ricarica rapida da 66W

Uno smartphone che è molto di più. Può essere davvero usato come un mini computer. La piattaforma usata non è Android ma è molto simile. Le applicazioni e i programmi aumentano giorno dopo giorno e promettono di ampliarsi sempre più. Non a caso è nata nel territorio più popoloso del mondo, e le restrizioni imposte in passato ai prodotti cinesi non ne hanno scalfito affatto quanto a voglia di imporsi. Di fatto il passaggio da Android e Google a Magic OS 7.0 è un nuovo punto di partenza, per una nuova esperienza d’uso ai massimi livelli.

Proprio la nuova piattaforma, la MagicOS 7.0, basata su Android 12, si è mostrata negli stessi giorni della presentazione di vari device. Il sistema operativo Made in China (dopo che Trump bloccò Google Play ai prodotti cinesi). Debutta evoluta, veloce e intuitiva, con molte nuove funzioni. Offre notevoli soluzioni intuitive e intelligenti. Nasce proprio con l’idea della condivisione. Condivisione tra smartphone oppure con il proprio pc.

Si tratta di una piattaforma che permette la connessione a MagicOS 7.0 di più dispositivi, come tablet, notebook o indossabili. La connessione è concepita per essere automatica con particolare focus sull’efficienza energetica. L’applicazione è studiata per ottimizzare il consumo dell’energia e batteria di conseguenza.

Tra le funzioni da annoverare: MagicRing – Ring of Trust; Honor Note; Assistente smart YOYO; MagicGuard Glory Security; Honor Sports Health; 

Le prestazioni sono garantite da Honor OS Turbo XGPU Turbo X e LINK Turbo X 

C’è poi il sistema di otttimiazzazione MagicGuard, il nuovo sistema di protezione da malware che sfrutta il Dual TEE Security System, realizzato da Honor in collaborazione con Qualcomm.

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: