Guanti riscaldati elettricamente, in inverno soluzione smart

imm1_-guanti

Stagione invernale fredda quella di questo anno. Prima di uscire dobbiamo ricordarci sempre almeno cappello e guanti, poi se proprio vogliamo evitarci infreddature gratuite, sciarpa e calzamaglia sono qualcosa da prendere in considerazione.

Per molte persone le estremità, le dita delle mani e dei piedi sono un vero e proprio incubo. Si gelano appena si esce di casa e danno fastidio, insensibilità fino a un vero e proprio dolore. In questi casi l’unico rimedio è riattivare la circolazione e recuperare il calore. Come fare? Bere liquidi caldi e usare guanti adeguati, anche doppi. Il doppio guanto svolge l’effetto termos, tagliando fuori il freddo, grazie ad una sorta di intercapedine tra i due diversi guanti.

Guanti per lavorare al Pc, in casa:

Per chi lavora al pc e ha le mani sempre costantemente fredde, hanno inventato dei guanti che si riscaldano attraverso la presa usb del computer. Funziona benino per il palmo e il dorso, un po’ meno per le dita. I cosidetti  “USB G-Gloves”, guanti di lana riscaldati in appena 5 minuti si riscalderanno di ben 10 gradi centigradi, permettendo di continuare a lavorare senza avere le mani rigide e viola per il gelo, ma lasciano le dita scoperte. Ce ne sono di varie marche e coloratissime varianti. Si trovano sui siti di vendita on.line.

screenshot-2017-01-09-15-17-24

Guanti:

Ci sono poi i guanti tecnici o impermeabili  o ancora in pile che promettono mani calde, ma purtroppo spesso non sono sufficienti. Ce ne sono in vendita taluni che prevedono una resistenza che li trasforma in guanti riscaldati. Tutto ciò avviene grazie ad una zip sul dorso della mano dove alloggiare un pacco batterie (tre pile AA 1.5 Volt) che però sono  un ingombro eccessivo e davvero poco comodo. Non sempre il riscaldamento è adeguato. Spesso è limitato ed  efficace per il solo dorso e  palmo della mano, lasciando di fatto le dita sempre al freddo.

screenshot-2017-01-09-15-15-00

Sottoguanti

Una soluzione, che secondo me è il giusto compromesso, sono i sottoguanti riscaldabili, la cui alimentazione è però distinta dai guanti stessi.  Si ha così la comodità del calore, con sopra guanti che possono essere impermeabili tenendo le mani al caldo morbido dl Pile. Le batterie sono alloggiate in uno specifico scomparto distaccato. Ci sono elementi riscaldanti fino alla punta delle dita, non solo nella mano composti da  strisce in carbonio-ceramica a raggi infrarossi, che permettono una maggiore durata della batteria. C’è una luce Led che ne indica l’accensione.

Questi possono essere indossati con la maggior parte dei guanti, per sciare, lavorare, andare in escursione, in moto o in bicicletta. Questi guanti sono fondamentali per le persone che soffrono il freddo, come quelli che soffrono del disturbo di Raynaud, e possono alleviare l’artrite leggera, migliorando il flusso sanguigno. La temperatura delle mani e dei piedi influenza notevolmente la temperatura del corpo, quindi è importante mantenere le estremità del corpo calde.

Un investimento, un acquisto intelligente, anche un ottimo regalo.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: