Google I/O 2016: ecco cosa aspettarsi dall’evento di Mountain View

Google_I_O_2016

E’ un appuntamento fisso quello che coinvolge ogni anno i principali colossi della Silicon Valley, da Facebook con la sua conferenza F8 dedicata agli sviluppatori, ad Apple che tra Worldwide Developers Conference di giugno e i vari eventi annuali, presenta i suoi nuovi prodotti al pubblico, e allo stesso modo è un appuntamento molto atteso quello organizzato in questo periodo dal colosso di Mountain View.

Sono molte, infatti, le aspettative che gravitano intorno al Google I/O 2016, la nuova edizione della conferenza organizzata da Alphabet, che vedrà al centro dell’attenzione molte novità da parte dell’azienda, come dimostra l’enorme mole di indiscrezioni che continua a trapelare da diversi mesi a questa parte. In attesa che l’evento abbia inizio, il 18 maggio, vediamo insieme quali potrebbero essere le novità più interessanti presentate durante la manifestazione.

La prima di cui si è già parlato nei mesi passati, e che di certo difficilmente potrà mancare alla conferenza organizzata da Google non può che essere Android N, la nuova versione del sistema operativo mobile più popolare a livello globale, con le tante novità che porterà, dalla migliore gestione del consumo della batteria alle funzioni multitasking e la possibilità di vedere, in futuro, il debutto di una funzione simile al 3D Touch di Apple, che consenta di riconoscere il livello di pressione sul display.

Altro protagonista dell’evento potrebbe essere Chrome OS, il sistema operativo basato su Chrome che in futuro potrebbe anche supportare le applicazioni Android, aprendo in questo modo una finestra di opportunità notevole per tutti i dispositivi che utilizzano questa piattaforma. Google I/O 2016, potrebbe inoltre portare alla presentazione del fantomatico Android VR, un nuovo visore per la realtà virtuale creato da Google, inferiore per caratteristiche ad Oculus Rift e HTC Vive, ma certamente migliore di prodotti più accessibili come Google Cardboard e Samsung Gear VR.

La conferenza, inoltre, secondo recenti indiscrezioni, vedrebbe il ritorno di Project Tango, la tecnologia 3D attualmente accessibile solo agli sviluppatori, da integrare negli smartphone e tablet del futuro, ma anche Project Chirp, descritto dalle indiscrezioni come un rivale di Amazon Echo, dotato di supporto ai comandi vocali per gestire i principali servizi offerti da Google. Tra le novità presentate potrebbero anche essere compresi annunci nell’ambito della messaggistica istantanea (con una nuova app del genere) e delle chat bot, per mettere a disposizione degli utenti strumenti di comunicazione ancora più avanzati e intuitivi.

Per sapere con certezza cosa verrà presentato a Google I/O 2016, l’unica cosa da fare è attendere l’inizio dell’evento.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: