BIRD, la nuova bicicletta per la mobilità elettrica

Bird, società di mezzi di micromobilità presente in diverse città italiane, annuncia una nuova flotta di e-bike a Roma e la collaborazione con Zig Zag, il fornitore di scooter elettrici, per un modello di trasporto sempre più avanzato ed ecologico. 

Sono ben cinquecento le  e-bike messe a disposizione dei romani. Nuove diverse con un bel colore azzurro ben identificabile. Un nuovo tentativo nella capitale per sviluppare lo sharing  e la mobilità green

Tutte nuove queste biciclette con la ruota grande e larga ( ottima per le buche di Roma)  e un motore potente per tutti i saliscendi che distinguono la Capitale. Le Bird Bike pesano 35 kg e dispongono della tecnologia IoT (Internet of Things: quando le cose imparano dall’esperienza reale riportandola nel mondo digitale), tecnologia geospeed e di geolocalizzazione multi-modalità per poter garantire l’uniformità del servizio in città e paesi di dimensioni diverse.

La Bird bike è un’ulteriore prova della volontà dell’azienda di ampliare l’accesso al trasporto eco e sostenibile, ovunque. Con le e-bike condivise, Bird potrà collaborare con tante realtà nella creazione di reti di veicoli in sharing della massima qualità che siano in grado soddisfare le esigenze di mobilità di tutti i cittadini, italiani e nel mondo.

Si potrà utilizzare le e-bike Birdtramite la scansione in app del codice QR presente su ogni modello, 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e potranno avere una corsa gratuita (fino a 15 minuti) come parte dell’offerta di lancio dell’e-bike.

Mi fa molto piacere partecipare oggi al lancio della nuova flotta di biciclette elettriche della Bird. La bicicletta è un mezzo di trasporto vero e proprio, non è un hobby, e deve entrare nella cultura dei romani come mezzo di spostamento a tutti gli effetti. In questa ottica, abbiamo nel nostro programma l’obiettivo dei 150 chilometri di ciclabili in città”, commenta così l’Assessore alla Mobilità di Roma Capitale Eugenio Patané. “In tema di sharing mobility  – ha aggiunto l’assessore capitolino – possiamo dire che abbiamo completato quella che chiamerei la ‘Fase 1’, che è consistita nel far entrare nella cultura della mobilità romana il fatto che si possa anche utilizzare un mezzo in condivisione. La fase 2, ora, consisterà nel tentare di dare a questi strumenti una funzione trasportistica vera e propria. È evidente che questo comporterà anche un’altra grande innovazione: i 28mila mezzi dello sharing che oggi sono concentrati soprattutto in centro, dovranno invece essere diffusi su tutto il territorio per ridurre in maniera consistente il traffico privato in tutte le zone della città”.

La sinergia

Le e bike rappresentano solo l’ultima iniziativa messa in campo dall’azienda per soddisfare la crescente domanda di un trasporto ecologico che sia davvero completo e intermodale: Bird collabora infatti anche con servizi come Zig Zag, garantendo più opzioni agli utenti per trovare i veicoli. “ll nostro obiettivo è fornire soluzioni sostenibili, sicure e divertenti. L’integrazione con Bird – ha commentato Emanuele Grazioli, Co Fondatore di Zig Zag – arricchisce l’offerta per i nostri clienti, che beneficeranno di soluzioni di mobilità sempre più ampie e sostenibili”.

Con le e-bike condivise, Bird potrà collaborare con tante realtà nella creazione di reti di veicoli in sharing della massima qualità in grado soddisfare le esigenze di mobilità di tutti i cittadini italiani. Infatti, Bird collabora infatti anche con servizi come Zig Zag per promuovere l’uso condiviso dei veicoli messi a disposizione dalle differenti piattaforme. 

Le biciclette elettriche di Bird da oggi sono già a disposizione dei cittadini romani, che potranno così sostituire la macchina per viaggi più sicuri, smart e sostenibili.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: